giovedì 8 maggio 2014

NEVER CAN SAY GOODBYE by Katherine Jackson

Questo libro è dedicato alla memoria di mio figlio, Michael Jackson. Queste pagine contengono foto della nostra collezione privata di famiglia, insieme con le mie esperienze personali con Michael dalla sua infanzia e attraverso tutta la sua straordinaria carriera. Durante il tempo che Michael è vissuto ho evitato di fare commenti su mio figlio. Ora , dopo la sua morte, ho deciso di condividere la mia storia per due motivi ...

In primo luogo, spero che questo libro offra una visione della persona che Michael era in realtà, la persona che ho sempre saputo che era . Condividere i miei ricordi con i fan di Michael è il mio modo di trasmettere il suo messaggio e la sua eredità in un modo che lui avrebbe approvato.
E ho la speranza che i suoi estimatori possano conoscere “ il vero “ Michael ' , piuttosto che la persona che hanno mostrato i media. Chi conosceva bene mio figlio, può testimoniare che Michael era una delle persone più belle che si potevano incontrare e avere intorno. Amava tutti, è stato un buon padre e un figlio eccezionale.

Michael era generoso, gentile, premuroso , divertente, intelligente, affettuoso e molto umile.
La sua gentilezza e generosità erano cose di cui non se ne parlava quasi mai, quando in realtà è stato uno dei più grandi filantropi del nostro tempo.
Per parecchio tempo, ha supportato ben 39 associazioni di beneficenza e il 'Guinness Book of Records' lo ha onorato per le sue donazioni nel mondo della filantropia.
Di solito Michael vedeva sempre il bene nelle persone e ci ha fatto affidamento nei primi anni della sua carriera, qualcosa che a volte ha portato dolore e tradimento nella sua vita.

La maggior parte di ciò che si legge o si sente dire di Michael nei media non è vero - soprattutto le accuse di abusi sui minori. -
Evan Chandler, il padre del primo accusatore di Michael, si è suicidato recentemente. Anche se non posso sapere il perché, credo che alla fine la sua coscienza non gli ha permesso di vivere con se stesso dopo aver distrutto la carriera di una persona innocente lacerando il suo spirito.
Michael amava i bambini e ha lavorato con impegno e passione per migliorare la vita dei meno fortunati ... l'ultima cosa che avrebbe fatto è far del male a un bambino innocente.

La seconda ragione per cui scrivo questo libro è per ricordare lo straordinario artista che era mio figlio Michael, e riconoscere il contributo che ha dato per tutta la sua vita alla musica, all'arte, alle persone e al pianeta. Michael era un vero artista che voleva guarire il mondo attraverso la musica. Stare sul palco era quello che amava fare, e io sono felice di condividere i suoi doni con i suoi fan che lui amava profondamente.

Nonostante le nostre difficoltà, tutta la famiglia amava molto Michael, e ognuno di noi condivide un legame speciale con lui. Attraverso i nostri ricordi, accarezzeremo per sempre Michael.
Katherine Jackson

CLICCA PER VISUALIZZARE LA TRADUZIONE DEL LIBRO