domenica 21 settembre 2014

COSA C'È DIETRO AL VIDEO DI GHOSTS? Parte Prima by B. Kaufmann


 PARTE I Cosa c'è in una piccola storia di fantasmi? 
Michael Jackson è proprio un trasformista in Ghosts, il suo epico video pieno di ironia, di spiritualità e di messaggi.
Nei suoi molteplici aspetti, Michael si diletta nelle sue fantasie come i bambini che traggono piacere dalla birichinata e dalla magia. Ma c'è un messaggio serio in Ghosts e una lezione per tutti noi.

La scena si apre con una folla in marcia lungo la strada di una villa d’epoca e vediamo che stanno portando delle fiaccole. Questo è un sorprendente riferimento alla storia e alla folle mentalità del linciaggio; le folle utilizzate per trasportare le torce ai linciaggi.
In Ghosts assomiglia ad una marcia del Klu Klux Klan che avanza verso la collina; guardando le torce avvicinarsi da una certa distanza, la paura potrebbe colpire nei cuori di chiunque e soprattutto in una persona nera.

La folla svolge punizioni extragiudiziali contro la gente di colore sotto forma di impiccagioni, bruciati sul rogo e sparandogli. Il loro marchio di avvertimento era quello di bruciare una croce sul prato di qualcuno o di gettare sassi attraverso le finestre.

I linciatori nella storia, erano privi di ragione, impiegati con una mentalità frenetica da militanti marce collettive per catturare e oltraggiare una persona nera, di solito maschio, accusato di qualche crimine e presunto colpevole. Gli schiavi fuggiaschi, erano uomini neri accusati di toccare o anche di guardare una donna bianca, o di qualsiasi reato inventato utilizzato per fare giustizia per il torto percepito.
Era anche un chiaro messaggio di avvertimento e un meccanismo di controllo sociale, in cui si spiega dettagliatamente un evidente avvertimento per tutti gli altri che sarebbero stati colpevoli se osavano violare le norme sociali applicate dall’America bianca e in particolare dal sud. L’eliminazione di uomini della cultura nera, ha avuto anche l'effetto naturale di ridurre il numero delle nascite potenziali di bambini in modo da ridurre la popolazione nera. Il periodo dopo la guerra civile in America, ha visto il linciaggio di oltre 5.000 persone di colore dal 1860 al 1890 dopo la Dichiarazione di Emancipazione del 1863 che abolì la schiavitù. La segregazione entrò in vigore e ogni tentativo di fare linciaggi illegali aveva incontrato la resistenza soprattutto da parte del sud.

In Ghosts, il crimine della persona (una persona di colore) è di essere uno "strano" e non c'è posto nella "valle normale" che come dice il cartello, è popolato "con bella gente normale". Il cattivo (Michael) inoltre "vive lassù tutto da solo”. È questo un riferimento all'essere solo al vertice o di essere troppo in alto nella scala sociale per una persona nera? Quei neri che "non conoscono il loro posto" nella gerarchia sociale, erano chiamati "arroganti" e non erano tollerati. "Arrogante" si riferisce allo stato sociale, ma sotto c’è una matrice razziale. La società bianca amava ricordare loro il “posto” per "portarli ad abbassare la cresta di una tacca" che significava umiliare l'individuo, fustigandoli in pubblico oppure mettendo qualcuno nei ceppi, che era simile ad un giogo di legno, in condizioni restrittive che portavano a termine questa stessa umiliazione.
Gli uomini neri di successo o famosi negli anni Sessanta, sarebbero stati gli obiettivi principali di una sorta di linciaggio sociale il cui messaggio era di essere "non troppo arroganti." Alcuni sostengono che questo linciaggio sociale è ancora molto vivo ed operante nella cultura.

La folla in marcia sta invadendo "qualche altra parte" oppure un'altra realtà che è proprio il domicilio del bersaglio; ma è invasiva, una violazione della privacy e del territorio. La figura dell’autorità rimprovera dove e come lui vive. E il semplice "sei misterioso, sei strano, sei un mostro e non mi piaci" dovrebbe essere una giustificazione sufficiente a molestare la persona e mandarlo fuori città?.

Il capobanda (Michael recita in costume il "Sindaco") di mezza età sembra uno stereotipo pesante, indottrinato, supponente e dalla rigida mentalità che non lascia spazio a ciò che è innovativo o diverso. La generazione degli anni Sessanta lo avrebbe etichettato come "Establishment” (l'istituzione). Questo “E-Man” non sembra essere in grado di tollerare la diversità o le differenze o qualsiasi cosa che non è adatta alla sua definizione di proprietà di "normalità".
Egli accusa Michael di "spaventare questi ragazzi "nella loro graziosa cittadina normale con gente normale e bambini normali. Egli appare come la personificazione dell’intolleranza e dell’ignoranza, incapace di assimilare le differenze che portano ad un livello di disagio che è, in realtà, la paura velata. L'umanità spesso cerca di distruggere ciò che non capisce.

C'è una breve apparizione di un corvo che piomba in picchiata e passa sulla folla nella grande sala. I corvi sono considerati dei presagi e non predicono gentilezza o bontà. Sono visti come i messaggeri delle tenebre e del male. Chi sta avvisando il corvo?
Michael fa numerosi tentativi di fare luce sull’intera vicenda indicando che i bambini amano i giochi ed i loro volti ansiosi e sorridenti sembrano confermare. Ogni tentativo di frivolezza causa più rabbia da parte di E-Man. Egli continua il suo assalto frontale appena Michael cerca di diffondere la situazione con leggerezza. Invece di vedere il ridicolo della sua posizione (ironicamente Michael fa una smorfia che E-Man definisce "ridicola") facendo marcia indietro con la sua aggressività, comincia a insultare Michael con l'epiteto "freak". L’abilità di Michael nel ruolo di attore è stupefacente. Lo sguardo sul volto di Michael racconta la storia completa. Non sono necessarie le parole..

Michael ha tentato la riconciliazione più volte ma non va avanti. Egli comincia a incrementare il conflitto parlando la lingua di E-man. (A volte la gente non si sente un operatore di pace che sta tentando di fare pace perché la loro esperienza e il linguaggio è familiare solo con i conflitti e con le guerre.) I buoni maestri sono a volte come le stridenti sveglie irritanti. E’ necessario a volte essere stridente per attirare l'attenzione. Michael poi si distorce intenzionalmente e sfigura il suo volto. (La sua faccia! La quale è stata il più grande punto di disaccordo per la gran parte di ciò che ha assalito Michael nella sua carriera.) Arriva anche al punto di rimuovere il suo volto mostrando il cranio e tiene la faccia flaccida che aveva tolto soggetta all'ispezione quasi a dire "OK, ecco : ti piace questa, è meglio?". Infrange allora l'illusione del cranio e reclama i suoi tratti originali.

Durante tutto questo, dall'inizio del racconto all'arrivo del conflitto fondamentale, la folla che accompagna il capo banda “E-Man” a volte vacilla. Essi cercano di invertire la direzione, trovano scuse, divergono dall’obiettivo di E-Man, rifiutandosi di partecipare alla violenza o fare del male. E’chiaro che alcuni, se non tutti, rimpiangono la loro partecipazione. Alcuni vogliono lasciare e tornare a casa. Si tratta di un riferimento alla complicità? Per coloro che non hanno necessariamente partecipato ai linciaggi, ma che sono stati complici di esso con la loro mancanza di un intervento o di una condanna?
Questo è un riferimento a un atto di complicità che non perpetrano, ma che sostengono, giustificano o ignorano, che cosa si sta facendo ad un altro essere umano. I protagonisti aggregatisi in questa storia superano in gran numero i membri più violenti della folla e ancora non fanno nulla per intervenire e fermare la sua aggressione. Guardano costantemente E-Man per le istruzioni e stanno completamente dietro di lui. Nessuno solleva un'obiezione alla sua invadenza e all’aggressività nei confronti di qualcuno che sembra innocuo.
Si tratta di un riferimento di Michael al suo linciaggio per mano della bolgia dei media ? E il fatto poi che nessuno ha protestato.

Mentre certamente l’innocuo Michael, ha imparato alcune potenti abilità lungo il suo cammino verso una realizzazione spirituale. L'impostazione e l'azione viene fuori dell'esoterismo occidentale con la sua teosofia e forse anche con riferimenti platonici ad un "dark and stormy night” (una notte buia e tempestosa) e potenzialmente a "The dweller on the threshold” (il Guardiano della soglia) o di una figura oscura che emerge dalle ombre di un portone. Molte tradizioni esoteriche hanno fatto riferimento ad una iniziazione da questa figura. Il “Guardiano della Soglia” chiarisce il concetto di specchio dell’anima per rivelare in profondità i pregi e i difetti, che comprendono il lato oscuro.
Incontrando il "Guardiano della Soglia", è un invito a risvegliare dal sonno dell’addormentato il mondo terreno e un passo approfondito verso l'entrata del percorso spirituale.

Il “Guardiano della Soglia” http://rosacroce.myblog.it/archive/2010/11...lla-soglia.html rivela per il ricercatore, gli aspetti oscuri della sua anima, come si raccolgono intorno a lui. Questo è certamente avvenuto con E-Man, come gli aspetti più oscuri nella forma di danza di demoni intorno a lui impedendone la fuga.

Il ricercatore spirituale che nel suo corso di studio passa attraverso le iniziazioni che conferiscono abilità insolite appena lui penetra e interpreta il mondo dello spirito, ne diventa successivamente l'adepto. L'adepto può comandare gli elementi, portare avanti la materia dagli eteri vuoti e assumere una varietà di forme con una miriade di poteri. Nella tradizione Indù un adepto può spostare una sagoma proprio come uno sciamano, in una varietà di forme o manifestazioni utilizzando il Siddhi ("potere spirituale" o "abilità psichica", ndt), oppure i poteri che non sono stati cercati attivamente e unicamente per il loro uso, ma in realtà sono gli effetti collaterali di esperienze umane lungo il sentiero verso l'illuminazione.

In Ghosts, Michael dimostra che lui è potente e con poteri al di là della normale gamma delle capacità umane. In questo cortometraggio è in grado di comandare gli elementi, il lampo, il suono, lo spazio ed è in grado di cambiare la sua dimensione (Madalasa Vidya) [ una persona diventa capace di aumentare o di fare diminuire il formato del suo corpo secondo il suo desiderio, ndt ] ed entrare nel corpo di un altro (Parkaya Pravesh) [l' anima che prende parte di un corpo di un'altra persona. Con questa conoscenza persino un corpo malato può essere riportato in vita, ndt] percorrendo distanze in un batter d'occhio (Vayu Gaman) Michael doveva essere informato sul "Siddhi" perché aveva studiato poesia e filosofia indiana e aveva esplorato il concetto di uomo volante che si realizzava con il Vayu Gaman Siddhi (una persona può diventare capace di volare nei cieli e di viaggiare da un posto ad un altro in appena alcuni secondi, ndt).

Queste Sidhis o poteri, sono gli effetti collaterali naturali di una vita di preghiera e di devozione durante le esperienze umane che sono state scoperte e dedicate lungo il sentiero verso l'illuminazione. Nel film, Michael è in grado di comandare gli elementi, manifesta la materia dal nulla come fa un guru, e comanda il fuoco, l'illuminazione, il suono, il vento e lo spazio.

La pista da ballo in Ghosts è geometrica e tutta l’esibizione nasce ed è basata su formule matematiche e su una geometria sacra. Il pavimento sminuisce certamente i personaggi e sposta lo sguardo lontano da loro. Si contende l'attenzione nel film, perché è una caratteristica prominente. Se fosse stato importante mostrare i personaggi in un ambiente puro, il pavimento sarebbe stato di un colore solido. Il modello e il pavimento sono significativi perché Michael aveva certamente il denaro per cambiarlo in quello che voleva. La geometria sacra costituisce la base per tutta la vita in modo che il pavimento geometrico, come la base, sia ancora un altro strato di messaggi.

Ad un certo punto, il ritmo della danza cambia ed i suoi personaggi spettrali cominciano a ballare sul soffitto. Questo è un riferimento a Fred Astaire che ispirò Michael e ammirato come un ballerino di talento. Astaire fece un pezzo degno di nota dove ballava sul soffitto. I demoni inoltre, in cerchio intorno a Michael, si trasformano in angeli galleggianti: significa un cambiamento di coscienza, forse? Vi è capitato di notare come uno di loro sembra incredibilmente simile a Prince? E uno che guarda come lo stesso Michael in Dangerours? Le figure demoniache sono cadute a terra perché era importante dire che non sono esseri reali, ma sono solo proiezioni di sé sugli altri?

Michael improvvisamente diventa nudo e scheletrico, rimuovendo la sua carne come uno si potrebbe togliere gli indumenti e dire: "mi posso mettere a nudo, chi sono io per te, sono più che della carne? Io sono un uomo con la carne, con un volto e un cuore, ma se non riesci a vedere questo, io sarò quello che vedi, una figura che non è del tutto umana, che non è fatta di carne, di sangue e di un cuore".

L’ingresso nel corpo di E-Man attraverso la bocca, è significativa. La bocca è un orifizio importante nel buddhismo tibetano, nelle antiche scuole egiziane e nel mistero alchemico. La bocca è dove uno sciamano può fondersi con un altro per convivere con obiettivi sciamanici. Vediamo questo stesso gesto in Ghosts.

Michael si è fuso con E-Man e gli mostra il lato estroso della danza e come potrebbe sentirsi se potesse allentare il suo stoicismo e partecipare alla danza della vita. Come E-Man resiste alla sua magia e al suo risveglio, la mano di Michael che tiene lo specchio, il terzo chakra emerge da E-Man. Questo è un messaggio diretto che Michael è lo specchio per le proiezioni di quest'uomo. Poi offre un giro completo della sua cattiveria attraverso quello specchio in crescendo e più grottesco. Questo è un momento culminante e ricettivo.

Lo spirito di Michael lo lascia e lui si inchina per la sua parte nella performance. Ancora l’E-Man non ha apprezzato il dono che ha appena ricevuto dalla fusione dello specchio. Ha intravisto la propria anima e gli è stata data la possibilità di cambiare la sua natura essenziale.

A quanto pare non ha ancora imparato dallo specchio e dal guru di fronte a lui. Così, quando Michael chiede: "Vuoi ancora che me ne vada?" Risponde stupidamente "sì." Così Michael cambia la sua struttura atomica e si sbriciola in polvere sotto la sua volontà. Cenere alla cenere, polvere alla polvere. Cambiare i propri atomi è un altro trucco sciamanico. Egli sta dicendo "vedi, io crollo sotto la tua pressione, le tue emozioni. "E’ anche un riferimento a pezzi di anima fatiscenti o erosi dalle esigenze e dalle emozioni della gente?.

Poi scompare del tutto, dissolvendosi, soffiato via fino a quando non vi è traccia di lui e nessuna prova che sia mai esistito. I bambini continuano a guardare indietro per quella traccia della sua esistenza che se ne è andata. Gli sguardi sui loro volti raccontano ciò che è stato perso. C’è una profonda tristezza ma la folla segue ancora la guida di E-Man appena lui li raduna con le sue parole per andarsene e ancora non protestano, ma lo seguono docilmente.

Appena egli dice "ho mostrato che è freak" Michael ritorna più grande della vita, ed è troppo per E-Man che in un attimo salta fuori dalla finestra.

La conversazione che segue fa riferimento al gioco che è appena stato giocato su ciò che è spaventoso e su come la gente proietta la propria anima sull’ombra degli altri. Michael chiede "ma ci siamo divertiti qui?". Sta dicendo che è solo un gioco. Sì, la vita è un gioco. Sì, un gioco ambizioso che noi giochiamo.
Il messaggio più forte in questo video è lo specchio, perché ci racconta una importante verità: quello che vediamo determina cosa vedremo. Quando parliamo di coscienza, a volte parliamo di specchi. Ci sono due tipi di metafore per lo specchio della coscienza.
Una è che lo specchio vede esattamente quello che c'è. Lo riflette. Non descrive, non definisce, non etichetta, non giudica. Presenta esattamente come sono le cose. Che è lo specchio della coscienza, detto in molte opere da maestri spirituali. Un genere di specchio della coscienza per vedere Dio o che vede come Dio vede. Nel momento in cui viene applicata un’etichetta, svela tutto e diventa qualcos'altro. E questo qualcos'altro viene dalla tua mente, non dal mondo.

Ghosts insegna riguardo ad un altro specchio della coscienza. E’ lo specchio che dice che se vuoi sapere chi sei, guardati attorno. Ci insegna sul giudizio, creando qualcuno un "altro" per ragioni che non sono reali, ma che sono solo decisi dalla mente. Il creare un "altro" è un'attività tribale e il tribalismo serve solo a dividere i popoli e creare conflitti, le violenze e le guerre. Quando una cultura decide che qualcuno non va bene, partecipa al tribalismo. Quel sentimento deriva dalla paura, non dall'amore. L'amore abbraccia tutti e non fa distinzioni o separazioni.

Ghosts nel suo messaggio è sia autobiografico che universale. Si tratta di un regalo da un brillante artista e da un’insegnante esperto.
Namastè Michael. (dal sanscrito: "mi inchino a te", è il saluto che si fa congiungendo le mani, facendo al contempo un leggero inchino col capo, ndt).
TRADUZIONE A CURA DI "Niki64.mjj"

ORIGINAL TEXT
What’s in a Little Ghosts Story?