domenica 14 settembre 2014

Michael Jackson è stato incastrato? - La storia che nessuno aveva mai raccontato.. di Mary A. Fisher

Per alcuni osservatori, la storia di Michael Jackson mostra quanto il potere delle accuse sia pericoloso, contro il quale spesso non c'è difesa - soprattutto quando le accuse riguardano abusi sessuali su minori.
Per altri c'è qualcos'altro che ora è più chiaro -- la polizia e i procuratori hanno speso milioni di dollari per creare un caso le cui fondamenta non sono mai esistite.


[ Non è stata trovata alcuna prova contro Michael Jackson, Chandler accusò Jackson solo per estorcergli denaro. ]


by Mary A. Fisher - GQ, Ottobre 1994 


Prima di O.J. Simpson è stata la volta di Michael Jackson un'altra celebrità nera molto amata apparentemente distrutta dallo scandalo delle accuse che riguardavano la sua vita privata. Quelle accuse - cioè che Jackson abbia molestato un ragazzo di 13 anni - hanno provocato cause multimilionarie, l'investigazione di due Grand-Jury e un circo mediatico che non conosce vergogna.

Jackson a sua volta denuncia alcuni dei suoi accusatori di estorsione. Ultimamente si è raggiunto un compromesso al processo fuori dalla corte per una somma, che è stata stimata per $ 20 milioni; nessuna prova incriminante è stata trovata dalla polizia o dagli Grand-Jury contro Jackson.

Lo scorso Agosto Jackson è ritornato sulle pagine dei giornali quando Lisa Marie Presley, la figlia di Elvis, ha annunciato che lei e il cantante erano convogliati a nozze. Mentre la polvere ricopre uno dei peggiori episodi nazionali del superamento di ogni limite da parte dei media, una cosa è chiara: Il pubblico americano non ha mai sentito una parola in difesa di Michael Jackson. Fino ad adesso.
Naturalmente, è difficile dare una prova negativa- cioè provare che qualcosa non sia mai successa. Però è possibile dare un profondo sguardo alla gente che ha sporto denuncia contro Jackson cercando di farci un'idea della loro personalità e delle loro ragioni.

Ciò che emerge di questo esame, basato su documenti processuali, contratti d'affari ed interviste, è un argomento persuasivo che indica che Jackson non ha molestato nessuno, che lui stesso è la vittima di un piano congegnato per estorcergli denaro. Ancora di più, la storia che emerge da questo territorio prima mai esplorato è totalmente differente dalla storia che i tabloid, ed anche i giornalisti più importanti, hanno diffuso.
E' una storia di avidità, ambizione, giudizi erronei da parte della polizia e dei pubblici ministeri, di media troppo pigri alla ricerca della notizia sensazionale e di una potente droga ipnotica. Può anche essere l'esempio di una storia che è stata completamente inventata.

Michael Jackson, né i suoi attuali avvocati difensori hanno voluto essere intervistati per questo articolo. Hanno deciso di lottare civilmente contro le cause ed andare in tribunale; ciò che segue può essere consigliato come il centro della difesa Jackson - così come le basi per ulteriori accuse di estorsione contro i suoi accusatori, che esonererebbe il cantante.

I problemi di Jackson iniziarono quando il suo pulmino si ruppe sul Wilshire Boulevard a Los Angeles nel Maggio 1992. Bloccato nel mezzo di una strada molto trafficata, Jackson fu riconosciuto dalla moglie di Mel Green, un impiegato de Rent-a-Wreck, un'agenzia di auto a noleggio lontana non più di un miglio da lì. Green partì al salvataggio. Quando Dave Schwartz, il proprietario della compagnia auto, seppe che Green stava per arrivare con Jackson, chiamò, sua moglie June, e le disse di arrivare con la figlia di sei anni e suo figlio di lei avuto dal primo matrimonio.

Il ragazzo, che allora aveva 12 anni era un gran fan di Jackson. Al suo arrivo, June Chandler Schwartz raccontò a Jackson di quando sua figlio gli aveva mandato un disegno dopo l'incidente accorso durante le riprese dello spot della Pepsi. Poi diede a Jackson il numero di casa. " Era come se spingesse il ragazzo verso di lui", ricorda Green. " Credo che Michael abbia pensato di dovere qualcosa al ragazzo, ed è così che è cominciato tutto". Jackson chiamò il ragazzo, e l'amicizia andò avanti. Dopo che Jackson tornò da un tour promozionale tre mesi dopo, June Chandler Schwartz, suo figlio e sua figlia divennero ospiti regolari a Neverland, il ranch di Jackson nella contea di Santa Barbara.

Durante l'anno seguente, Jackson coprì di attenzioni e di regali il ragazzo e la sua famiglia, includendo video games, orologi, e shopping al Toys "R" Us ( un negozio di giocattoli) e viaggi intorno al mondo- da Las Vegas a Disney Word a Monaco e Parigi.

Nel Marzo 1993, Jackson e il ragazzo stavano insieme frequentemente ed anche June divenne molto vicina a Jackson "e gli piaceva enormemente" dice un amico, "era l'uomo più gentile che avesse mai incontrato". Questa amicizia tra Jackson e la famiglia del ragazzo, in un primo momento fu accolta da tutti coloro che facevano parte della vita del ragazzo e sua madre, il patrigno ed anche il padre biologico, Evan Chandler.

Chi è Evan Chandler?

continua....
VISUALIZZA TESTO COMPLETO

ORIGINAL TEXT
Was Michael Jackson Framed? The Untold Story
By Mary A. Fisher (GQ, October 1994)