giovedì 18 dicembre 2014

Diffondere la verità su Michael Jackson è importante per più di una ragione di Yvonne Verhagen

ORIGINAL TEXT



Michael ha bisogno del nostro aiuto in questi giorni, anche se non proprio del tutto per le ragioni che si potrebbero pensare nel leggere questo. Invece di concentrarci sulle accuse ridicole che sono state purtroppo fatte contro di lui ancora una volta, Michael ha maggiormente bisogno che ci concentriamo sulla diffusione dei suoi importanti messaggi di amore e di pace. Purtroppo, esiste attualmente così tanta crudeltà e miseria in corso nel mondo, che risvegliare la consapevolezza nelle persone su ciò che realmente Michael rappresentava, e diffondere i suoi preziosi messaggi , è diventato di maggiore importanza rispetto al passato!

Per quanto queste ultime accuse siano importanti, vorrei solo che prestaste molta più attenzione al suo messaggio. Wade Robson, il coreografo australiano che accusa Michael di aver abusato di lui per sette anni, quando era un bambino, ha elevato le sue affermazioni incredibilmente codarde a livelli inimmaginabilmente disgustosi. 
Non a caso, e chiaramente incoraggiato dalle accuse salaci di Robson, anche un altro uomo di 36 anni, James Safechuck, ha sentito la necessità di presentare un reclamo ed è alla ricerca di una fetta del patrimonio di Michael. Safechuck, a 10 anni, aveva girato nel 1988, la pubblicità della PEPSI con Michael Jackson e ora sostiene che Michael lo abbia molestato per circa 100 volte in quattro anni ... .wow!

Sia Robson che Safechuck prima avevano dato testimonianza giurata che Michael non aveva mai fatto qualcosa di inappropriato a loro. Oltre che malate e ridicole, considero le loro accuse estremamente inverosimili, e considerando quanto sono assolutamente ridicole, davvero non vale la pena della nostra ulteriore attenzione. Cerchiamo di ignorarli ed essere certi che il proverbio 'le menzogne corrono veloci, ma la verità corre la maratona ', al quale Michael spesso faceva riferimento, dimostrerà ancora una volta quanto valgono. Invece di concentrarci sul ridicolo, invece di prestare attenzione ai tabloid, che cercano ancora una volta di guadagnare un sacco di soldi nel tentativo di trascinare Michael nel fango, cerchiamo piuttosto di preoccuparci per quelle altre cose, che sono più importanti. Le cose per le quali Michael sarebbe senza dubbio più preoccupato se oggi, fosse ancora vivo.
Come accennato in precedenza, c'è tanta crudeltà e miseria nel nostro mondo, che alzarsi in piedi per Michael e aiutarlo a diffondere i suoi preziosi messaggi di amore e di pace è diventato molto più importante! Non solo il numero di guerre e avvenimenti crudeli aumentano ogni giorno, ma anche la violenza che da questi scaturisce.

Sono scioccanti e disgustose le attività del movimento terroristico dello Stato Islamico (IS), diventate estremamente crudeli. Migliaia di persone innocenti non islamiche, tra cui molti bambini, sono già state uccise brutalmente. Purtroppo, vengono anche riportati atti barbarici di violenza sessuale, così come il costringere la gente in schiavitù sessuale, metodi che vengono utilizzati come armi di guerra, contro le donne e contro ragazze e ragazzi. Questi terroristi non esitano neanche a decapitare gli ostaggi di fronte a una telecamera per mostrare al mondo quanto coraggiosi si considerino!

Le notizie non vengono riportate quotidianamente, ma è un fatto triste e vero che centinaia di migliaia di persone innocenti, tra cui molti bambini, hanno già perso la vita in guerre civili in corso in Siria, ad esempio, Afghanistan e Somalia. Inoltre, nel crudele conflitto israeliano-palestinese, dopo ogni cessate il fuoco, a volte anche in corso, un nuovo ciclo di violenza prende il via e cittadini innocenti, tra cui di nuovo molti bambini, vengono uccisi.


Un altro esempio eclatante di crudeltà è stato l'attacco ad un aereo malese nel conflitto tra Russia e Ucraina qualche mese fa. Sorvolando l'Ucraina, l'aereo è stato abbattuto, e quasi 300 persone innocenti, tra cui molti bambini, hanno perso la vita. La maggior parte delle vittime erano olandesi, ma c’erano anche persone dall’ Australia, Malesia, Inghilterra, Belgio, Germania, Nuova Zelanda e Canada a bordo. Dopo l'evento, ai soccorritori è stato impedito di accedere alla zona, per la situazione di pericolo causata dalle lotte in corso e oggi, anche quattro mesi dopo l'evento, ancora non tutti i corpi sono stati recuperati. Provate a immaginare che cosa deve essere per i parenti di queste vittime, disperati e nel dolore, vivere con la consapevolezza che i corpi dei loro cari sono ancora da qualche parte là fuori!

Ho citato solo alcuni esempi di un elenco molto più lungo di violenza in corso in tutto il mondo. Violenza che Michael assolutamente disapprovava e stava cercando di bandire dal nostro mondo, sia coi messaggi della sua musica, sia attraverso il grande filantropo che era. 
Nel suo discorso di accettazione al Bambi Awards in Germania nel 2002, Michael ha usato le seguenti parole:
"Noi siamo tedeschi, siamo armeni, francesi, italiani, russi, americani, asiatici, africani, e di molte altre nazionalità. Noi siamo cristiani, ebrei, musulmani e indù. Siamo il nero, siamo il bianco. Siamo una comunità con tante differenze, così complesse, eppure, così semplici ... ..Non c'è bisogno della guerra ".

A monte di tutta questa violenza nel mondo, come tutti sappiamo, molti paesi in West-Africa sono attualmente alle prese con lo scoppio di una pandemia, una malattia terribile e mortale, Ebola. Tra il gran numero di persone che sono state colpite da questa epidemia, ci sono milioni di bambini. Soffrono in molti modi. 
Circa 4000 di loro hanno perso i loro genitori, a causa della malattia. 
A causa della critica e condanna da parte del mondo, spesso non vengono curati . In Sierra Leone, Liberia e Guinea, circa 5 milioni di bambini non possono andare a scuola, perché è stata chiusa, e / o perché i loro genitori stanno cercando di proteggerli dall’ infezione della malattia.


Se Michael fosse ancora vivo, avrebbe senza dubbio preso provvedimenti, probabilmente cercando di organizzare degli aiuti, come fece nel 1985 con "We Are The World" per aiutare la carestia in Etiopia, e nel 2001 con "What More Can i Give ", in seguito agli attacchi terroristici del '11/09' in America. L’obiettivo finale di Michael, come sappiamo bene, era quello di guarire il mondo,unire le persone provenienti da tutto il mondo, indipendentemente dal paese, la razza, il colore, l’età, il sesso. Eppure, purtroppo, oggi, ancora troppe persone non sono consapevoli di quanto fosse un uomo dal cuore immenso , di come lo sia stato per tutta la sua vita e delle intenzioni sincere che aveva in tutto ciò che faceva. Non conoscono la vera e la totale innocenza di Michael Jackson, il Michael che noi, i suoi fan per sempre fedeli, conosciamo ... A meno che noi non glie lo andiamo a dire.

Dalle reazioni che ho ricevuto sul mio articolo "I Media Ignorano la Verità Per motivi di Denaro", sia su questo sito web, così come personalmente, ho capito che molti lettori ritengono che i fatti di cui si parla nell'articolo dovrebbero essere condivisi con persone al di fuori della comunità dei fans, che non ne sono ancora ad oggi, a conoscenza.

La triste, ma semplice verità, è che, prima di poter iniziare ad aprire gli occhi della gente sugli importanti e preziosi messaggi di Michael, prima di poterlo far loro apprezzare e, auspicabilmente, anche di far sì che lo amino nel nostro modo, prima di poter ottenere qualche aiuto, aiutiamo Michael a condivide i suoi messaggi, ne abbiamo bisogno per far capire che Michael è stato ritratto in un modo vergognosamente sbagliato dai tabloid e dai media, per troppi anni. In altre parole, condividere la verità su Michael è importante, non solo per rendere le persone consapevoli delle orribili bugie su di lui, ma anche per renderli consapevoli del suo obiettivo finale, un mondo guarito, a cui possono contribuire unendosi a noi per aiutarlo a diffondere i suoi messaggi d'amore e di pace.

Quando si tratta di Michael, si possono distinguere tre gruppi di persone. Per primi, ci siamo noi, i suoi milioni di amorevoli e fedeli fans. Poi i suoi nemici, che purtroppo esistono come tutti sappiamo fin troppo bene. Tuttavia, e terzo, ci sono legioni di persone neutrali là fuori, che non amano né odiano Michael. E' tra questo terzo gruppo, le persone neutrali, che possiamo arruolare molte anime. Ci sono tantissime persone che non hanno mai prestato troppa attenzione a Michael veramente. L'immondizia su di lui dei tabloid che hanno ascoltato e letto in passato e che forse purtroppo stanno leggendo anche adesso, può confonderli e trattenerli dal dedicargli un attenzione degna. Purtroppo, queste persone non hanno mai imparato la pura verità su Michael e ancora oggi non sono a conoscenza dei suoi importanti messaggi.

Riuscire a raggiungere sempre più persone dalla mentalità aperta, fornendo loro la verità e convincendoli del grande valore dei messaggi di Michael, è una questione di tempo, di pazienza e di gruppo. Tutti noi siamo d'accordo sul fatto che non dobbiamo arrenderci e che dobbiamo aiutarlo a raggiungere il suo obiettivo finale di guarire il mondo. La mia speranza è che il precedente articolo che ho scritto possa servire come strumento per aprire gli occhi e il cuore di quelli che sono al di fuori della comunità dei fans, che sono disposti ad ascoltare la verità su Michael, quindi per favore, non esitate a condividere ovunque e in qualunque modo si possa! E' importante tenere a mente che ogni singola anima che si può raggiungere, ne sarà valsa la pena. Dopo tutto quello che ha dato di se stesso al mondo, Michael merita che il Mondo lo conosca e riconosca la verità sud i lui, finalmente!

Il punto è che se noi, i suoi fan amorevoli non lo supportiamo nel diffondere i suoi messaggi importanti al di fuori della comunità, chi altro lo farà? I media e i tabloid non lo faranno di certo, ne siamo sicuri!!
Per usare le parole di Michael: "Non c'è nulla che non possa essere fatto, se alziamo la nostra voce come uno. Noi siamo uno."

Infine, una volta di più voglio sottolineare l'importanza di non cliccare sui link degli articoli da tabloid su Michael e anche di non condividerli con gli altri. Cerchiamo di deviare i media e i tabloid dai tanti soldi a cui stanno così malignamente anelando, e facciamo la stessa cosa che loro hanno fatto a Michael con la verità per troppi anni - Per favore, ignorateli e dite agli altri di fare lo stesso !!!


LINK TRADUZIONE