giovedì 4 dicembre 2014

Il Set per il Tour Muore con Michael Jackson - Cassandra Wiseman

Tour Set Dies with Michael Jackson by Cassandra Wiseman


TRADUZIONE
16 LUGLIO 2009
In una sfolgorante giornata estiva a Topanga Canyon il mese corso, la mattina dopo che la morte improvvisa di Michael Jackson ha sbalordito il mondo, il direttore artistico Bernt Capra stava camminando verso casa a Fernwood Pacific con il lento incedere di un uomo in profonda riflessione. Aveva una busta che aveva appena preso dalla sua casella postale. C' erano le bozze delle ultime fotografie dei set appena completati che aveva progettato per i cinquanta concerti "This Is It" che avrebbero dovuto cominciare questo mese alla O2 Arena (Il Millennium Dome) di Londra.

"Non mi è mai morto un capo prima," ha detto Capra pacato, scuotendo la testa. Originario di Vienna, ma vive a Topanga dal 1980, sembrava quasi in stato di shock. Quasi 2 metri, in forma e abbronzato dal surf, ha il quieto, fiero portamento di un nobile europeo. Mestamente, tirò fuori due serie di fotografie e le passò attraverso il finestrino della macchina. "Questo è molto triste perché questi set che abbiamo progettato possono vivere solo con Michael che si esibisce. Michael Jackson è stato unico come Elvis. Nessuno può prendere il suo posto in questi set. "

Capra, che ha avuto una carriera cinematografica lunga e notevole, aveva lavorato con Michael Jackson, dalla progettazione concettuale all'essere pronti al debutto in sole cinque settimane. "Abbiamo tutti lavorato molto duramente. Non c'era alcun margine di errore. La settimana prima che Michael Jackson morisse abbiamo fatto tutto, [tranne] una seconda prova con i set, il che non era mai accaduto. "

"Mi fa veramente male pensare che tutto questo lavoro che abbiamo fatto non verrà mai visto. L'idea di fare l'intero concerto come un evento teatrale era davvero bella e non credo che ci sarà modo per nessuno di noi di vederlo ora. Mi fa male che non sarà mai visto come sarebbe stato. "

Capra ha lavorato qui a Los Angeles con Michael Jackson per trasformare in realtà le sue idee di design per i concerti dello O2 Dome nei "quattro più grandi teatri di posa dei Culver Studios, Culver City, tutti di 235 metri per 150 metri e 45 metri di altezza. Questi erano gli stessi teatri in cui hanno girato l'incendio di Atlanta in Via col Vento.

"Questo era forse il più grande schermo a LED (Light Emitting Diode) mai assemblato. Era 33 metri di altezza e largo 100 piedi, e così, ... era per coprire l'intera scena con uno sfondo di video girati in 3D in azione tutto il tempo (il pubblico avrebbe dovuto avere occhiali 3D con i biglietti) .. .. e per l'effetto 3D i ballerini fantasma e i set si sarebbero fusi perfettamente con i ballerini reali dal vivo sul palco, molto più di un ologramma, per dare al pubblico un'immagine eccezionale. "

Capra e il suo partner hanno lavorato al remake di cinque dei video di Jackson per il tour: "Thriller", "The Way You Make Me Feel", "Smooth Criminal", "They Do not Care About Us" e "Earth Song. "

"Conosco tutte le voci su Michael Jackson, ma quello che posso dire è che lui era la persona più bella con cui lavorare, non portava maschere, era sempre elegantemente vestito, e sicuramente sembrava Michael Jackson: indossava una giacca nera stile militare con elaborati calzoni d'oro per le prove, una giacca di pelle rossa con ricami elaborati ... ma Michael era uomo d'affari, molto disponibile, super gentile e incredibilmente premuroso. Ho avuto i biglietti oggi per il funerale, ma li ho dati a un amico ", ha detto Capra al telefono, circa un'ora dopo che il Memorial allo Staples Center era finito. "Speravo di vedere i set utilizzati. Ero in lacrime quando ho visto Paris Jackson parlare di suo padre. Michael ci ha presentato i suoi figli quando li ha portati a vedere i set. I bambini erano bambini normali, bambini molto felici e volevano solo giocare sul set del cimitero e lui ha giocato con loro. Sembrava un padre normale e sono sicuro che lui amava i suoi figli e, ovviamente, stravedeva per loro.

"La sua vita era ovviamente un po 'surreale. Quando arrivava al lavoro, doveva avere molte misure di sicurezza, naturalmente. C'era un entourage di gente in scuro, almeno quattro guardie del corpo. Avevamo anche un nome in codice per le fasi di produzione di Culver City - "DOME." Siamo stati il progetto Dome. AEG era ovviamente preoccupata per la sicurezza. Lui arrivava in una delle due o tre nuovissime lucide SUV Cadillac scure che lo accompagnavano alle prove. Un veicolo per lui e per i bambini, quello che conteneva le quattro guardie del corpo e, a volte c'era una terza vettura solo per distogliere i paparazzi per un po '. Nessuna delle vetture aveva targhe.
Di solito, quando Michael veniva sul set, era lì per lavorare; voleva mostrarci quello che stava facendo e provare i ballerini sul set con il coreografo dello show, Travis Payne e con il regista, Kenny Ortega, che è anche lui un coreografo da tempo. Le prove erano incredibili da vedere . Penso che Michael abbia inventato tutti i passi. Michael ha sfidato le leggi della natura. Dal punto in cui mi trovavo, a circa 30 metri di distanza dal palco, sembrava che ballasse come faceva 30 anni fa, è stato bello da guardare. Era così agile, e la sua danza così fluida, non c'è nessuno che possa ballare così, per me non c'era ballerino migliore, non Nureyev, non Fred Astaire.

"Una cosa di cui ti rendi conto quando incontri Michael è che ha questo carisma, io non so come chiamarlo davvero, non so se si tratta di una reazione chimica, perché ho lavorato con Leonardo DiCaprio e Robert De Niro ma lavorare con Michael era così diverso da qualsiasi cosa io abbia mai sperimentato. Abbiamo avuto solo cinque settimane per passare dal concepimento alla produzione, un tempo così breve per un progetto come questo, ma ogni volta che mi vedeva, lui era molto premuroso con me e il set era molto bello. Non c'era tempo per fare le cose, tutto doveva essere approvato e non c'era modo di tornare indietro. La prima volta l'ho visto quando eravamo a metà strada della costruzione dei set che avevano affittato per provare al Forum. "

Capra ha avuto il lavoro attraverso un produttore, "un vecchio amico con cui lavoravo in quel momento, facendo alcuni film virali per internet, ed è capitato in questo casualmente attraverso un altro produttore con cui aveva lavorato prima. Lui non poteva dirmi al telefono che progetto fosse, e quando mi ha chiesto se volevo lavorare con lui su qualcosa, ho detto di sì, ma non sapevo cosa fosse. Così sono andato ad un incontro con Robb Wagner di Stimulated Incorporated, che era responsabile dell'esecuzione dell'intero progetto (è stato anche parte del Memorial) e sono stato presentato a Robb Wagner e Bruce Jones. Ci siamo seduti al tavolo per l'incontro e ho visto che si trattava di un progetto più grande di quello che pensavo.

"Niente di Michael Jackson è piccolo. Davvero tutto ciò che fa è a grande budget, così non ci hanno mai negato tutto ciò che abbiamo chiesto, ma ci hanno detto che dovevamo essere veloci e quindi tutto veniva sempre fatto dalle "persone migliori" con un grosso budget. Ho lavorato con l'artista concettuale Nicole Loebart e suo marito, il direttore artistico William Budge. Mi sedetti con lei e con foto e idee lei ha realizzato questi elaborati disegni concettuali sul suo computer e tutto è stato approvato, quindi abbiamo potuto cominciare a costruire i set.

"Michael Cotton ha progettato il palco e l'ha costruito. Bruce Jones, co-direttore responsabile degli effetti visivi, è stato il creatore digitale, facendo le parti tech. L'intero concerto era come la rappresentazione di un'opera baroccheggiante. Il set è stato concepito come un grande elaborato musical di Broadway, ma invece di ricostruire i set tra le canzoni, perché Michael voleva che lo show fosse senza soluzione di continuità e non ci sarebbe stato tempo, i set sono stati questi video in 3D che abbiamo fatto. "

Capra ha ordinato tutto il materiale da costruzione da Topanga Lumber.
Capra è nato a Vienna durante la seconda guerra mondiale. Suo padre era stato richiamato in guerra, e quando gli alleati hanno cominciato a bombardare la madre fuggì con lui alla fattoria di sua madre. Aveva solo un anno quando lasciò Vienna ed è rimasto in campagna fino a quando non è tornato per laurearsi presso l'Università di Vienna. "Ero fondamentalmente un ragazzo di campagna."

MJGW FORUM