mercoledì 28 gennaio 2015

Bryton McClure condivide i suoi ricordi di Michael e dei suoi soggiorni a Neverland


Bryton McClure ha incontrato Michael quando aveva 5 anni. Con Raven Simoné è stato invitato a consegnare a Michael il premio "Artist of the Year NAACP Awards" nel 1993 . Ha anche cantato il ritornello di ' What More Can I Give ' ed è apparsa con altri artisti allo United We Stand Concert con Michael . E 'anche apparso sul palco con Michael durante diversi concerti . Michael ha anche chiesto a Bryton di diventare rappresentante della sua "Heal The World Foundation" .

L'INTERVISTA 

D: Come hai incontrato Michael ?
Bryton ~ Quando avevo circa 5 anni e ho partecipato a " Family Matters " , abbiamo incontrato qualcuno che ha lavorato per la società di produzione del film. Gli ho scritto una lettera e i miei genitori gliel'hanno consegnata per vedere se poteva arrivare a Michael. Gli ho detto che amavo la sua musica .

D: A 5 anni, eri già una fan?
Bryton ~ Anche prima di iniziare a parlare, amavo già tutto ciò che era legato a Michael Jackson. E 'stato davvero inspiegabile, ma ho avuto questo affetto per lui, come chiunque altro.

D: Ovviamente, hai sentito da lui allora!
Bryton ~ Lui mi ha scritto una lettera di risposta ! Sono stato invitato a partecipare alle riprese di uno dei suoi video musicali , " Will You Be There", dall'album Dangerous. Potei incontrarlo dopo la sua performance e scattare una foto con lui.
E' stato molto breve .

D: Quando lo hai visto poi?
Bryton ~ Pochi mesi dopo . Mi è stato chiesto con Raven Simone, per consegnargli il premio " Artist of the Year NAACP Awards". Eravamo solo bambini! I miei genitori ed io siamo riusciti a parlare con Michael nel backstage e ci ha invitato a casa sua. La prima volta che sono andato a Neverland Ranch, sono stato accompagnato da mio padre .
Abbiamo trascorso due giorni e alcuni membri della famiglia di Michael erano presenti. Sono diventato amico di due cugini più giovani di lui, che erano un po' più grandi di me. Ancora oggi, sono come fratelli per me.
Dopo di che, Michael si è matenuto in contatto con me per telefono e sono andato a Neverland diverse volte in quell'anno con i miei genitori. Lui ha aperto le porte del ranch a chiunque considerasse un amico. Anche quando lui non c'era, potevamo andare a trascorrervi del tempo. Era la persona più generosa che io abbia mai incontrato.

D: Qual è stata la tua camera? E' vero che ci sono camere a tema, come "La Stanza Circus" o "The Spaceship Room?"
Bryton : No, niente del genere. Le camere erano molto normali. La sua casa era molto semplice e cordiale. Non era come un museo o un hotel. Era vecchio stile, come un grande cottage.

D: Quali sono state le vostre attività preferite a Neverland ?
Bryton ~ C'era un grande castello con le quattro torri collegate da ponti. Ad ogni stazione, c'erano cannoni ad acqua giganti ed è stato fantastico sparare con questi. C'era sempre della musica e gli animali erano incredibili. E poi ci sono cose che diamo per scontate: c'era un sacco di spazio ed era molto tranquillo. Quando attraversavamo il cancello, dicevamo: "Ugh, ora dobbiamo tornare alla realtà.."

D: Quando è stata l'ultima visita a Neverland ?
Bryton ~ Quando avevo 16 o 17 anni, sono andato al ranch quando lui era lì con i suoi cugini e Chris Tucker, ho soggiornato lì per circa due settimane.

D: Pensi che dovrebbero trasformare Neverland in un parco pubblico o,al contrario, debba rimanere di proprietà privata?
Bryton ~ Voglio che sia mantenuto allo stesso modo di quando sono andato lì.
Ogni settimana, arrivavano dagli ospedali comitive di bambini gravemente malati, bambini con malattie o che non riuscivano a fare cose normali come andare a Disneyland, sagre, fiere o parchi, in modo che potessero trascorrere lì la loro giornata.
Mi auguro che venga preservato quello che lui ha fatto e per come lui lo ha aperto ai bambini malati.

D: Hai già chiesto la sua opinione sulla tua musica ?
Bryton ~ Quando l'iPod è uscito, ne ho avuto uno e lui non ne aveva mai visto uno prima. Ha pensato che era davvero fantastico e avevo lì una delle mie canzoni. Mi ha ascoltato e mi ha dato ottimi consigli. Lo ha sempre fatto con tutto quello che ho fatto in televisione e nella musica, ma era anche desideroso di assicurarsi che io vivessi le cose che i bambini dovrebbero vivere. Si rese conto che ero completamente felice di fare quello che facevo, ma lui voleva che io approfittassi del fatto di essere un bambino.

D: Qual è il tuo ricordo preferito di Michael ?
Bryton ~ Ce ne sono due che non dimenticherò mai. Il primo risale a quando mi ha chiesto di cantare su una traccia che ha scritto per le vittime dell'11 settembre.
Con Michael, c'erano Celine Dion, N'sync, Usher, Mariah Carey e Destiny Child. Mi ha chiesto di unirmi al coro con tutti questi altri musicisti. Sono dovuto andare a Washington per cantare con lui e tutti gli altri artisti.
Essere sul palco con lui e cantare con lui la stessa cosa è stata un'esperienza che non dimenticherò mai. L'altra esperienza risale a quando sono andato a Neverland una notte e siamo rimasti svegli.
Tutti sono andati a letto e noi ci siamo seduti sulle sedie di fronte al grande camino, e abbiamo parlato e condiviso storie.

D: Dove ti trovavi quando hai appreso della sua morte?
Bryton ~ Ero a casa e non avevo idea di cosa stesse succedendo. Mio padre mi ha chiamato e mi ha detto di accendere la TV. Ho visto la notizia e, al momento, non ci credevo. Mi ci è voluto un po 'per rendermi conto che era vero. Ho ricevuto una trentina di chiamate perse e SMS di persone che sapevano quanto ero vicino a lui.

D: Quando è stato il tuo ultimo contatto con Michael?
Bryton ~ L'ultima volta che ho parlato con lui, era solo prima del processo principale che ha subito alcuni anni fa. L'anno precedente, l'ho visto e ho trascorso qualche tempo con lui.

D: Cosa ne pensi di tutte queste storie folli che emergono dalla sua morte?
Bryton ~ Spero che la gente cerchi di capire come fosse la sua vita. Mi auguro che la gente riesca a dargli un po' di pace ora.
E' successo una volta che ho parlato con lui al telefono e lui era sul punto di scoppiare in lacrime perché non capiva perché la gente lo trattasse come lo stava trattando. Io credo che alla fine, lui abbia capito perfettamente quale era il prezzo da pagare per essere quello che era.

D: Se dovessi riassumere Michael, cosa diresti?
Bryton ~ In base a quello che ho vissuto, lui è davvero un esempio di come voglio vivere. Ha affrontato molte intrusioni nella sua vita privata e delle tali difficoltà su così grande scala...
E' incredibile quello che la gente può dire di qualcuno che non conosce nemmeno. E tuttavia, lui riusciva ad essere ancora qualcuno di generoso, altruista e benevolo.
La cosa che voglio è che la gente si renda conto che, nonostante tutte le storie bizzarre, le montature, le prese in giro, il circo dei media e dei tabloid, lui era ancora un uomo buono.