martedì 17 febbraio 2015

Breaking – Amy Pascal lascia la guida della Sony Pictures Entertainment

La notizia scuote Hollywood ma era attesa: Amy Pascal lascia la guida della Sony Pictures Entertainment (inclusa Sony Pictures TV), di cui era co-chairman dal 2006, e del Motion Picture Group della compagnia, di cui era chairman dal 2003. Aveva iniziato a lavorare per la Columbia Pictures nel 1988, diventando negli anni una delle donne più potenti di Hollywood.

La Pascal, 58enne, lascia la compagnia ufficialmente per dedicarsi alla produzione cinematografica: lancerà una sua casa di produzione a maggio (quando avverrà ufficialmente il passaggio di consegne) che si concentrerà su cinema, teatro e televisione. Non è ancora chiaro chi prenderà il suo posto (Deadline cita Doug Belgrad, attuale presidente della SPE e della Columia Pictures, ma anche di Tom Rothman, Mike DeLuca e Jeff Robinov).

L’addio della Pascal in realtà arriva a poche settimane dallo scandalo legato ad alcune mail trapelate durante il Leak Sony – in particolare email personali tra lei e il produttore Scott Rudin nelle quali i due di scambiavano commenti ironici (e neanche troppo velatamente razzisti) sul Presidente Obama, quando Sony è uno dei principali finanziatori del partito Democratico a Hollywood. L’imbarazzo legato a queste mail si è unito alle generali critiche sulla gestione (pur difficilissima) del Leak Sony e dell’uscita di The Interview, cancellata e poi riconfermata per il giorno di Natale in un numero ristretto di cinema indipendenti e in video-on-demand. Si stima che con The Interview la Sony abbia perso alcune decine di milioni di dollari.

Problemi di profitto, Sony Music potrebbe finire sul mercato

Sony nega la vendita dell'impresa editoriale della musica - Sony denies sale of music publishing business

Attacco a Sony, “non è stata la Corea del Nord. Sospetti su hacker di LulzSec”