lunedì 13 aprile 2015

La Falsa Storia di Wade Robson che racconta di essere stato da solo a Neverland - VendicateMJ( Helena)

ORIGINAL SOURCE:
Wade Robson’s Fake Story of HOME ALONE AT NEVERLAND - 
FEBRUARY 23, 2015 
by Vindicatemj (Helena)

TRADUZIONE
"Questo post sarà un ulteriore confronto di denuncia di Wade Robson, con le testimonianze di tutti Robsons al processo del 2005: Wade Robson, la madre e la sorella Joy Chantal. Lo scopo di esso è quello di individuare le bugie di Robson (che sono molte) e ripristinare gli eventi realmente accaduti e non fantasticati da questo ragazzo.
Tutto questo è puramente un lavoro di restauro, lo stesso come nelle arti, quindi lascia che sia il modo in cui dovrebbe essere - completo, metodico e fedele all'originale in ogni dettaglio. In casi di calunnia come quello di Robson, soprattutto quando la persona diffamata non può parlare per se stesso, nessun dettaglio può essere considerato 'poco importante'. Ogni elemento come questo sono i frammenti della tela originale, che ci aiuta a ripristinare l'intera immagine autentica.
Tutti quelli che che hanno tentato di assassinare il personaggio di Michael Jackson, hanno fatto di tutto per rendere la loro falsa storia più coerente possibile. Tuttavia bugie non possono essere impeccabili in linea di principio in quanto sono il prodotto artificiale di una mente malvagia, quindi un falso dettaglio scoperto qua e là e anche nelle parti essenziali della storia, indicherà ad un falso evidente.
Il mio obiettivo non è tanto discreditare Robson e le sue bugie, ma il ripristino della verità pura su Michael Jackson e dimostrare agli scettici che la verità è una questione assoluta, e può essere raggiunta anche in situazioni del tutto impossibili.

RISULTATI PRECEDENTI
Il primo post di denuncia di Robson ha già scoperto un enorme bugia tutta su cui tutta la sua storia è basata. Egli ha affermato che il suo cosiddetto abuso sessuale ha iniziato la seconda notte che ha trascorso a Neverland e da quel momento il suo "incubo" è andato avanti. Tuttavia, un semplice confronto tra le sue parole con la testimonianza della sorella Chantal al processo del 2005 , ha immediatamente smentito questo. Infatti ha spiegato Chantal senza mezzi termini che la notte citata da Wade per la sua storia abuso, lei dormiva con suo fratello in un letto (Wade quindi la notte che afferma ci sia stato il primo abuso da parte di michael su di lui, dormiva con la sorella nello stesso letto ndr)
E il fatto che in quel momento Chantal ha ritenuto necessario chiarire dove dormiva quella notte, senza sapere che la sua spiegazione dettagliata avrebbe poi smentito la bugia di suo fratello, aggiunge una buona dose di ironia alla storia. Si può ammirare solo il modo in cui una parola innocente detta dieci anni fa può riecheggiare oggi nel correggere un grande errore.

Ecco la sintesi del post precedente centrato su questo argomento:
1) La famiglia Robson composta da madre, padre, nonni e la sorella Chantal hanno accompagnato Wade negli Stati Uniti dove ha ballato con il Johnny Talent Dance Troupe a Disneyland il 26 gennaio 1990 (Australia Day).
2) Dopo la performance hanno trascorso un'intera settimana provando a contattare Michael Jackson che non avevano più visto dal loro incontro in Australia due anni prima.
3) Una settimana dopo finalmente sono riusciti a contattare il segretario di Michael e il giorno dopo sono stati invitati nel suo studio di registrazione dove gli mostrarono una raccolta-video contenente gli ultimi 2 anni delle esibizioni di Wade, che avevano appositamente portato da casa. Michael è stato molto impressionato dal talento di Wade e alla fine della visita ha invitato la famiglia a Neverland.
4) Nel primo giorno della visita i bambini hanno insistito per stare con Michael a tarda notte e hanno finito per restare entrambe le notti del fine settimana nella sua stanza (Feb.3-4, 1990).
5) Chantal Robson, che aveva dieci anni allora, dice che la prima notte è andata in camera da letto al piano di sopra per non invadere la privacy di Michael. Ha detto che ha chiesto Wade di fare lo stesso, ma Wade non lo fece.
6) La seconda notte Chantal dormiva insieme a suo fratello minore nel letto di Michael. Ha sottolineato che era la seconda notte e non la prima.
7) Oggi Robson sostiene che l’ "abuso" sarebbe iniziato in quella seconda notte. Secondo lui Chantal avrebbe lasciato loro da soli perché non riusciva a prendere sonno come stava " e sarebbe salita a dormire in un letto separato.
8) Questa storia è in forte contraddizione con la testimonianza di Chantal al processo del 2005. Divertente, non avendo pensato che il fatto sarebbe stato di qualche importanza in seguito, Chantal ha ritenuto necessario spiegare perché aveva dormito insieme con Wade la seconda notte e non la primo. La prima volta era un po 'preoccupata per invadere la privacy di Michael, ma dopo una giornata trascorsa con lui era meno preoccupata delle formalità. E, in generale, non vi era alcuna idea dietro: semplicemente il fratello e la sorella si sono addormentati nel letto di Michael dopo una giornata faticosa, e questo è tutto.

Anche se immaginiamo che il sonno della ragazza era molto pesante e questo è il motivo per cui lei non ha sentito o visto niente, è impossibile credere che un aggressore avrebbe deliberatamente scelto un giorno in cui avrebbe avuto un testimone diretto delle sue attività illecite.
E Robson racconta anche una bugia palese qui - inventa una storia di Chantal esprimendo "preoccupazione" per la difficoltà a dormire la seconda notte, mentre Chantal ha spiegato che lei era preoccupata per invadere la privacy di MJ ed è accaduto esattamente il contrario. E la testimonianza di Chantal ha una priorità su quella di Wade: lei ha detto la verità 8al processo 2005 ndr) 10 anni prima delle attuali bugie di lui.
Questa menzogna è l'atto della sua fiction di apertura ed è solo una ouverture a molto, molto più di questo. Se si pensa che il resto della sua narrazione sia meglio ci si trova davanti ad una grande delusione: più si va avanti e più ridicolo diventa.

GRANDE DISCUSSIONE NELLA NOTTE
Il successivo paragrafo della denuncia vi farà pensare di nuovo. Nel tentativo di rendere la sua storia credibile, Robson ha inserito nella descrizione un dettaglio che l’ha resa solo più ridicola: soprattutto ora che sappiamo che sua sorella era sdraiata accanto a lui nello stesso letto.
Il nostro caro Robson sostiene che la seconda notte il lui di allora sette anni, e MJ avrebbe discusso, e che la discussione ha avuto luogo non durante il pomeriggio, come si potrebbe immaginare, ma solo durante la notte e in quel letto.
Se non avessimo saputo che Chantal era proprio nello stesso letto con Wade, questo dettaglio sarebbe sicuramente passato inosservato da noi, ma ora che sappiamo che lei potrebbe facilmente udire la loro conversazione, questa piccola aggiunta alla storia rende l'intera situazione ridicola
Come potrebbe il presunto predatore essere sicuro che la ragazza fosse addormentata e non fosse solo sdraiata lì con gli occhi chiusi? E come avrebbe potuto effettivamente vedere se i suoi occhi fossero stati chiusi se erano nel buio della notte? E quando sarebbe stato il momento di discutere della questione durante la notte, e non la mattina quando ci sarebbe stata almeno una garanzia che la ragazza non stava ascoltando?
No, niente di tutto ciò è giusto. Questo ragazzo pigro non riusciva nemmeno a leggere la testimonianza di sua sorella al processo del 2005 per evitare tutti questi errori incredibili ...

I punti 11-12 della denuncia descrivono la sua storia nel modo seguente:
Le attività sessuali iniziarono quella notte, il 4 febbraio 1990. <> Quella prima notte il deceduto (Michael ndr) avrebbe iniziato a dire al querelante (Wade ndr) , "Non possiamo dire a nessuno quello che stiamo facendo. La gente è ignorante e non capirebbero che ci amiamo e questo è il modo in cui lo dimostriamo. Se qualcuno lo dovesse scoprire, la nostra vita e la nostra carriera sarebbero finite ". Il Querelante giurò al Deceduto che non lo avrebbe mai detto ad anima viva.
Che discussione prolungata e davvero grande, soprattutto perché avvenuta presumibilmente proprio sotto l'orecchio di Chantal! A quanto pare, al momento della sua denuncia Robson era così concentrato sulla necessità di spiegare perché non aveva detto nulla ai suoi genitori la mattina successiva che ha deciso di decorare la sua menzogna con un volant extra : "gli è stato detto di non farlo, questo è il motivo . "
Beh, non lo dovrebbe avere. Come risultato ora sappiamo la verità - non solo non ci sono state molestie la seconda notte (se mai), ma non vi era alcuna discussione con MJ riguardo ad esse. Tutto era semplicemente impossibile poichè Chantal sarebbe stato un testimone diretto, ma non ha mai sentito o visto niente - semplicemente perché non è mai successo, ecco perché.
Errori grossolani come spesso si verificano quando i bugiardi si sforzano di rendere la loro storia convincente. Si attaccano cose sulla lingua pensando: "Che altro posso aggiungere qui per farlo sembrare più credibile?", inventando questo e quello, e di conseguenza esagerando, raggiungono un risultato completamente opposto. Ogni nuovo dettaglio scredita solo la sua storia di più e può anche portare tutta la truffa alla luce. Cosi non dobbiamo guardare con troppa condiscendenza i piccoli dettagli. Il diavolo è nei dettagli e non in qualcosa che ti spingono in faccia e vogliono che tu veda. Guardate quello che non vogliono farvi vedere, e questo vi aiuterà a raggiungere il fondo delle cose.

Facciamo inoltre notare che gli abusatori veri di bambini, non commettono i loro crimini in modo rischioso, e questo è il motivo per cui è così difficile catturarli. Sono estremamente attenti a prendere tutte le precauzioni per non aver mai testimoni diretti di quello che fanno. I detrattori di Michael vorranno far credere che il presunto aggressore ha sfidato ogni logica e che non gli importava la testimonianza diretta del suo presunto crimine, ma considerando che c'era un padre e un nonno presenti (in casa ndr) durante quella visita ,non sarei troppo sicuro di questo se fossi in te ...
E, a proposito, se si assume che MJ era senza paura in attività del genere, allora perché tutto questo polverone su un certo stato di allarme, quando qualcuno si stava avvicinando alla sua stanza? Una buona storia deve essere coerente in ogni suo particolare, quindi se qualcuno nel corridoio era un problema, non lo era anche la presenza di una bambina di dieci anni nello stesso letto, un piccolo problema?
Inoltre, non ci farà male ricordare che il padre di Macaulay Culkin, Kit Culkin, ha descritto Michael come un "fifone assoluto" e un "compagno che è assolutamente terrorizzato della propria ombra".
Il dizionario definisce: "fifone" , "qualcuno spaventato da quasi tutto" e questo piccolo dettaglio del personaggio di Michael non aiuta proprio la storia di Robson, anche se i detrattori di MJ cercano di ritrarci un predatore fiducioso, che non era preoccupato di abusare un bambino anche quando un testimone diretto stava nel suo stesso letto. (!!! Ndr)
Un altro dettaglio tragico, ma FALSO

Più si va avanti nella narrazione di Robson e più assurdo diventa. Ancora un passo e si è pronti a raccogliere un nuovo raccolto di bugie. Un intero gruppo di loro si trova nel successivo paragrafo del documento che descrive un notevole episodio della vita di Robson, che è anche totalmente notevole per la sua falsità.
Il punto 13 della denuncia dice in piena serietà che, dopo il primo weekend a Neverland la famiglia ha lasciato il povero ragazzo dietro e dovette stare lì tutto solo in balia del presunto predatore!

Guardate l'orrore puro di questa descrizione:
"La famiglia del querelante ha lasciato il ranch il Lunedi per continuare il loro viaggio su strada, ma ha lasciato dietro Wade , per lasciarlo con Michael . Wade dormiva nel letto di Michael ogni notte e gli abusi sessuali hanno avuto luogo ogni sera. La famiglia di Wade tornò a stare con Wade al ranch il fine settimana successivo. Ancora una volta, Wade ha dormito nel letto con Michael mentre la famiglia dormiva in altre parti della casa. L'abuso sessuale sarebbe continuato ciascuna di quelle notti. "
Che tragica (e romanzata) storia davvero. Il ragazzo sarebbe stato lasciato solo da tutta la sua famiglia appena due giorni dopo aver fatto la loro conoscenza con MJ, e fu raccolto solo una settimana più tardi! E guardate cosa gli è successo lì!
Lasciando un ragazzino con un –quasi- sconosciuto è davvero così strano che dopo averlo letto non si può neanche decidere chi si suppone sia il criminale peggiore qui : i genitori e nonni che avrebbe lasciato da solo il bambino con un –quasi- sconosciuto o uomo presumibilmente da biasimare per il suo comportamento inappropriato.

Infatti, se dobbiamo credere la storia di Robson questo episodio ritrae tutta la sua famiglia come una banda di sfruttatori che sono pronti a far prostituire la loro prole con qualcuno che a malapena conoscono. Questa è l'impressione che la storia crea - ma solo nel caso in cui ci si creda, naturalmente, e non si veda come l'invenzione di una mente perversa.
Per verificare se c'è qualche verità dietro questo strano episodio, dobbiamo fare un bel po 'di lavoro - andare oltre le testimonianze di ogni Robson, stabilire la linea temporale giusta per le loro attività, scoprire chi è andato dove e quando. Tutto questo solo per verificare un piccolo dettaglio ma ne è vale la pena, come si può immaginare.
Quindi vediamo cosa, la sorella di Wade, Chantal , ha ricordato a questo proposito.

COSA HA TESTIMONIATO CHANTAL ROBSON:
Nella sua testimonianza al processo del 2005 Chantal non ha mai menzionato il soggiorno a Neverland per una settimana tra i due fine settimana, (di cui invece ha parlato Wade nella sua ultima deposizione ndr) e non ha mai parlato di Wade o uno di loro lasciati soli lì (a Neverland ndr) per questa loro prima visita negli Stati Uniti.
Ha testimoniato che la visita è stata divisa in due week end, e che lei era lì a ciascuno di essi, e che ogni volta dormiva nella stanza di Michael. Ha chiarito che in totale, ha dormito lì in quattro occasioni, e questo coincide pienamente con la nostra comprensione della loro linea temporale: sono venuti a Neverland per un fine settimana, poi se ne sono andati e poi sono tornati per un altro fine settimana e poi la settimana successiva sono partiti per l'Australia .
Questo è ciò che ha detto Chantal:
D. Quante volte pensi che sei stata nella stanza di Michael Jackson?
A. Probabilmente sono stata lì un sacco di volte,facendo dentro e fuori. Ho dormito lì quattro volte.
D. Quando si dormiva nella stanza di Michael Jackson,tuo fratello Wade è sempre stato lì?
R. Sì.
Chantal ha anche ricordato la visita a Los Angeles insieme a Michael, che era una gita che aveva avuto luogo dopo il secondo week-end:
D. che tu sappia, la tua famiglia era con lui?(con Wade intende ndr)
R. Sì.
D. Cosa sai riguardo a questo?
A. So che mio fratello e mia madre sono stati a Las Vegas. Torno indietro. Sono stata a
Los Angeles con lui. Durante il mio primo viaggio. Sono andata a Los Angeles, solo io e mia mamma. Scusa, io e mio fratello.
E questo è praticamente tutto quello che abbiamo da Chantal su questo tema.
La testimonianza della madre Joy è stata molto più lunga e aveva molto altro da dire sulla loro prima visita negli Stati Uniti (e Neverland).

COSA HA TESTIMONIATO JOY ROBSON:
Fin dall'inizio di tutto, Joy Robson ha chiarito che erano stati invitati a Neverland per un fine settimana soltanto e il fine settimana sono rimasti. Una settimana dopo sono venuti di nuovo e trascorso un altro fine settimana là.
Tom Sneddon era persistente nelle sue domande e ha fatto in modo che ci fosse una settimana tra i due fine settimana. Ha ancora una volta chiarito che non erano lì per una settimana intera e ad un certo punto ha anche detto che "tutti hanno lasciato" il ranch prima di andare da qualche altra parte.

Ecco alcuni estratti dalla sua testimonianza:
D. E poi siete stati invitati al ranch, se ho capito bene, per un week-end?
A. Corretto.
D. Quindi non eravate lì per una settimana intera?
R. No.
D. Solo per il fine settimana?
R. Sì.
D. siete tornati per un secondo fine settimana?
R. Sì.
D. E c'è stato un fine settimana, o più di una settimana in mezzo?
A. C'era una settimana in mezzo.
D. Quindi è stato il fine settimana successivo che siete tornati(a Neverland ndr)?
A. Sì.
D. E quando sei andata di nuovo in quella occasione, chi era presente dalla tua famiglia?
A. Mio marito, mia figlia, mio figlio e i miei genitori.
D. Ora, in occasione della prima visita,c’ erano tuo marito e i tuoi genitori con voi?
R. Sì.
D. Ti ricordi la testimonianza di una deposizione che dice che i tuoi genitori e tuo marito erano a San Francisco per una gita la prima volta che hai visitato il ranch?
R. No, sono andati…eravamo tutti lì per il fine settimana.Sono andati.. siamo tutti andati a
San…. no, sono andati a San Francisco la seconda settimana. Siamo tornati a Los Angeles con Michael.
La successione dei fatti è cristallina. Un weekend a Neverland, una settimana passata altrove, un altro weekend a Neverland, e poi Joy e i suoi figli sono andati a Los Angeles con Michael, mentre i suoi genitori e il marito sono andati a San Francisco. Più tardi nel corso della settimana si sono riuniti e sono tornati in Australia.
Non c'è assolutamente alcuna menzione del fatto che il povero ragazzo sia stato abbandonato da loro a Neverland. La testimonianza di Joy Robson lo esclude semplicemente - dice chiaramente che non vi trascorrono tutta la settimana e che c'era una pausa tra le due visite. Un altro dettaglio nella storia conferma anche che quando sono venuti a Neverland per la seconda volta, il loro figlio Wade era insieme alla famiglia:
D. E quando sei andata di nuovo in quella occasione, chi era presente dalla tua famiglia?
A. Mio marito, mia figlia, mio figlio e i miei genitori.
Tutto ciò è in contraddizione con ciò che Wade Robson ci dice ora - che non è stato lasciato indietro (a Neverland si intende ndr) e di conseguenza nessun abuso è accaduto. Non solo non è accaduto nella "seconda notte", ma non è successo durante la settimana successiva. Robson non era semplicemente li, e non c'è niente altro da discutere.

Quindi è un'altra delle sue bugie palesi? ANCORA ??? Beh, temo che lo sia. Sembra incredibile, ma Robson mente in ciascuna delle sue dichiarazioni.
Coloro che si stanno ancora arrampicando sugli specchi per salvare la reputazione di Robson, sono invitati a riflettere su quanto segue. Se il bambino fosse stato realmente lasciato a Neverland in nella sua prima visita, questo fatto sarebbe stato difficile da nascondere. Alcune cameriere lo avrebbero sicuramente notato e ricordato. Tuttavia, nessuna cameriera lo ha mai menzionato, neanche Blanca Francia, che era la cameriera personale di Michael Jackson nel 1990 e puliva la sua camera ogni giorno. Anche lei è una persona ricattatrice, e avrebbe sicuramente notato se ci fosse stato qualche cosa da notare, però anche lei non ha detto una parola.
I sostenitori di Robson naturalmente dicono che non dovremmo credere a tutto quello che ha detto sua madre . La chiameranno “stfruttatrice”, una cercatrice d'oro e quant'altro. Ma secondo la storia di Robson, (Wade) è stato presumibilmente lasciato a Neverland, non solo dalla madre, ma dal padre, dal nonno e anche dalla nonna!
Così fanno i suoi sostenitori ,suggeriscono che in tutta la sua famiglia sono sfruttatori? Ed Robson è pronto a sacrificare la reputazione di tutti loro per la somma di $ 1,62 miliardi che esige ora?

Comunque sono d'accordo che abbiamo raggiunto un punto in cui è la parola della madre contro il figlio. Uno di loro è un bugiardo e la scelta è tra le bugie di Joy Robson prima e le bugie di Wade Robson poi, e sarete d'accordo che entrambe le opzioni nonsono molto attraenti.
Per aiutarci a decidere chi è, ricordiamo anche un altro paio di dettagli.
Prima di tutto Joy Robson ha dato la sua deposizione nel 1993 ed ha testimoniato davanti al Gran Giurì in cui è stata interrogata da niente meno che Tom Sneddon (in assenza del difensore, naturalmente, in quanto non sono ammessi lì). Wade Robson ha deposto pure. Così i fatti entrambi legati al processo del 2005 erano anche molto ben fissati nelle loro precedenti testimonianze e nessuno di loro ha mai fatto menzione che Wade Robson sia stato "lasciato a Neverland" nella loro prima visita a Neverland.
L'altra osservazione è che se Joy avesse davvero avuto alcuni scheletri nell'armadio e aveva paura che i suoi figli avrebbero rivelato il loro segreto, i tre avrebbero dovuto sedersi insieme prima della loro testimonianza del 2005 e accettare di attenersi alla sola la sua versione. Ciò avrebbe trasformato i bambini in suoi complici (ma solo nel caso in cui crediamo alla attuale bugia di Robson, ovviamente).
Tuttavia, il punto interessante della loro testimonianza era che erano tutt'altro che uniformi e questo suggerisce che fossero vere, naturali e non combinate. Per esempio, sarete sorpresi di apprendere che nella sua testimonianza 2005 Wade Robson ha detto che durante la sua prima visita a Neverland ci aveva trascorso una settimana, solo lui ha detto che non era solo lì, ma con la sua famiglia!!(Questo lo disse nel 2005!!)
Non riusciva a ricordare il secondo fine settimana a Neverland e ha anche affermato che subito dopo quella "settimana" a Neverland, "tutti tornarono in Australia". Non c'era alcun ricordo di un altro viaggio a Los Angeles o dei nonni per visitare il paese.
In breve timeline che ha fornito nel 2005 era assolutamente ridicolo, ma in questo caso è solo per il meglio, in quanto dimostra che Wade Robson non era stato allenato (a dire qualcosa di preparato ndr).

I RICORDI DI UN BAMBINO DI 7 ANNI
Il modo in cui il 22enne Wade Robson ricorda gli eventi che hanno avuto luogo 15 anni prima di ora, sicuramente vi farà sorridere.
Il ricordo della sua prima visita negli Stati Uniti all'età di sette anni è stato così vago e poco chiaro su certe cose che non si può che essere stupiti che ora invece ricordi tutto così bene. Dieci anni sono passati e lui ricorda improvvisamente ogni dettaglio di allora? Che interessante fenomeno davvero.
La sua memoria allora era piena di impressioni emozionanti, ma ha avuto un piccolo ricordo corretto riguardo il tempo e luogo (degli eventi):
A ... siamo andati, la mia intera famiglia sono andati al ranch. E, si sa, siamo stati per… non sò, circa una settimana o qualcosa di simile.
D. E circa che anno pensi di essere stato a Neverland la prima volta, signor Robson?
2 A. Era il 1989.
3 D. Va bene. E con chi sei andato a Neverland la prima volta?
A. Siamo andati con mia madre, mia sorella, mio padre, e mio nonno,e nonna.
D. E per quanto tempo sei rimasto durante quella prima visita?
A. Penso che sia stata una settimana.
D. E dopo aver trascorso una settimana a Neverland, che cosa hai fatto?
A. Sono tornato in Australia.
21 D. ricordi la seconda volta che mai visitato Neverland?
R. No, io no.
Che grande timeline davvero. Così ha pensato che il suo soggiorno a Neverland è durato per circa una settimana. E tutto questo tempo la sua famiglia era con lui:
"Siamo stati per, non so, circa una settimana o qualcosa del genere"
E poi sono tornati in Australia. (Dalla sua testimonianza ndr) Non c'era un secondo fine settimana a Neverland, nessun viaggio a Los Angeles, nessun viaggio a San Francisco di suo padre e dei nonni - era solo una "settimana" con Michael spesa da tutta la famiglia , e questo è tutto.
È una bugia? No, non lo è - è solo il ricordo di un bambino. Cercate di ricordare voi stessi quando avevate sette anni e vi renderete conto che si è in grado di ricordare solo alcuni frammenti , quelli che hanno prodotto più grande impressione su di te, positiva e negativa. Vengono come un flashback qui, un flashback là, senza connessione tra i due e senza una successione chiara e cronologica degli eventi.
I membri più anziani della famiglia, naturalmente, ti diranno di più sulla tua infanzia e di conseguenza dalle loro descrizioni, foto, video, ecc avrai un quadro più o meno coerente della tua infanzia, ma sarete d'accordo che la vostra memoria conserva solo i momenti più brillanti e più emozionanti del vostro più vecchio passato.
Allo stesso modo la memoria di Wade ha catturato solo i momenti più brillanti di quella visita – che erano il tempo trascorso con Michael Jackson.
Michael era tutto ciò che contava per lui, al momento, e questo è il motivo per cui la loro visita di quasi di un mese negli Stati Uniti, è stata ridotta nella sua memoria ad una sola settimana. E 'chiaro che non ricordava più nulla, ma solo il tempo trascorso con Michael, mentre tutti gli altri eventi del viaggio erano completamente svaniti.
Se gli avessi chiesto allora dove hanno alloggiato a Los Angeles, prima o dopo che si sono incontrati con Michael, lui non sarebbe stato in grado di dirlo :tutto quello che ricordava era il tempo trascorso con Michael. Le sue impressioni su di lui compresse in una settimana filata, "dopo di che sono tornati in Australia" e il gioco è fatto.

La testimonianza di Robson dei suoi ultimi anni è diventato più preciso e dettagliato mentre stava invecchiando, ma all'età di 7 anni la sua memoria era frammentata come la tua o la mia alla stessa età. Se qualcosa di veramente grandioso o terribile è successo a noi, noi lo ricordiamo, mentre gli eventi di routine, non colorati da qualsiasi emozione, svaniscono. Mettiti alla prova e vedrai che le uniche cose che si ricordano sono gli episodi impressi nella memoria attraverso qualche forte emozione - gioia, paura, felicità, ansia, angoscia, shock, stupore, ecc Tutto il resto è quasi vuoto - a meno che l'impressione dell’ evento sia stata veramente forte (scioccante per la precisione, e in questo caso può subentrare un processo psicologico di difesa chiamato “rimozione” che consiste nel dimenticare quasi tutto ciò che è legato al momento traumatico, come se non fosse mai successo. Ndr, Psicoterapeuta)
Così la memoria di Robson era tipica per la sua età e anche se tecnicamente la sua linea temporale era tutta sbagliata, stava dicendo la verità quando ha testimoniando al riguardo nel 2005.
Robson ha chiaramente ricordato che sua sorella Chantal era stata con lui tutto il tempo che era con Michael. Per lui è durato una "settimana" di nuovo (il soggiorno a Neverland) e tecnicamente parlando la sua impressione era corretta - hanno veramente soggiornato con Michael per due fine settimana (quattro giorni) e per un paio di giorni a Los Angeles più vicino alla fine del viaggio. E tutto sommato il periodo era davvero qualcosa di simile a una "settimana". L'unica differenza è che non era un soggiorno continuo con MJ, ma tutto il tempo trascorso con lui, costituito da occasioni separate.
Ecco un esempio di ciò che Robson ricordava, sul divertimento che avevano avuto insieme alla sorella Chantal lì (a Neverland) : passeggiate, golf cart, animali, video e persino una vasca idromassaggio. Si ricorda chiaramente che ha dormito con lui nel letto di Michael in tre o quattro occasioni (che coincide con la testimonianza di Chantal), e ricorda che era con lui tutto il tempo "durante quella settimana":
D. Va bene. Cosa ricordi di aver fatto a Neverland durante quella prima visita, quando sei stato circa una settimana?
A. Beh, allora non aveva molte giostre. Abbiamo visto i film nel teatro.
Sai, giocavamo ai videogiochi. Ci piaceva andare in giro sui golf cart, guardano gli animali. Quelli sorta di cose.
A. Una volta con mia sorella e io, mia sorella e Io e Michael, siamo andati nella vasca idromassaggio a Neverland Ranch.
D. E sai approssimativamente quando era?
R. Non lo so. Non posso dirlo con certezza. Ho una sensazione che fosse in quel primo viaggio nell’ '89 quando sono andato lì.
3 D. Ti ricordi quello che il signor Jackson indossava nella vasca idromassaggio?
A. Dal mio ricordo, indossava dei pantaloncini.
D. Ora, tu hai detto che tua sorella a volte stava in camera di Michael Jackson, giusto?
A. Sì.
D. E quanto spesso ricordi che questo succedeva?
A. Ricordo che solo all'interno di quel primo viaggio eravamo lì. Così è stato - è stato, sai, tre o quattro notti o qualcosa di simile.
D. Va bene. Ma hai dormito nello stesso letto con lui quando avevi di sette anni; è che
corretto?
A. Sì.
5 D. C’era qualcun’altro in quel letto con te?
A. Mia sorella, Chantel Robson.
D. Lei aveva dieci anni; è quello giusto?
R. Sì.
9 D. E 'vero che non c'era un altro adulto in quella stanza al momento in cui sei strisciato
nel letto con Mr. Jackson?
A. Vero.
D. E infatti, hai continuato a dormire con Mr. Jackson attraverso il saldo di quella settimana durante il tuo settimo anno di età; è giusto?
R. Sì.
D. Anche tua sorella era lì tutto il tempo durante quella settimana?
R. Sì.
20 D. Lei era in quel letto con voi così?
R. Sì.

Io non so come Robson possa provare a modificare la sua versione di allora che diceva: "Chantal è rimasta con lui per tutta la settimana" e "ha sempre dormito con lui in un letto" , con la sua tragica storia di oggi che dice: "è stato lasciato per una settimana li tutto solo ". Qualcosa sicuramente non quadra, ma lascia che sia il mal di testa di Robson e non il nostro.
Invece cerchiamo di avvicinarci al problema da un lato diverso, e vedere se Robson abbia mai menzionato il soggiorno da solo a Neverland, senza la sua mamma. C'è qualcosa nella sua testimonianza a suggerire che a un certo punto potrebbe davvero essere stato li da solo?
No, non c'è assolutamente nulla che lo suggerisca. Lui ricorda un'occasione in cui sua madre non lo stava accompagnando a Neverland. Era solo una volta e si è svolto tre anni dopo la loro prima visita negli Stati Uniti, nel 1993. A quel punto aveva già incontrato Jordan Chandler ,e in realtà il motivo per cui è rimasto da solo a Neverland era che c'erano altri bambini lì, tra cui Jordan Chandler, Macaulay Culkin e Brandy Jackson.

Vediamo alcuni altri estratti dalla testimonianza poi di Robson:
- Il più delle volte mia madre
e io siamo andati al ranch insieme. Penso che una volta sono stato lì da solo, senza mia madre. C'erano altre persone lì.
D. Ci sono state occasioni in cui il signor Jackson ti avrebbe invitato al Neverland Ranch?
A.Invitato me?
15 D. Sì. Ti ha chiamato e ti ha chiesto di venire e di essere lì; Ti ha invitato al Neverland Ranch?
A. Ci ha invitati, sì.
D. Va bene. Senza tua madre?
A. Come chiedere se potevo andare senza mia madre, vuoi dire?
D. O semplicemente ti ha chiesto di andare, e sei andato da solo.
A. L'unica volta che mi ricordo di essere stato lì ..
mi dispiace. L'unica volta che mi ricordo di essere era quella - quel viaggio di cui abbiamo parlato di me con Jordie Chandler e Macaulay.
D. quanto spesso ricordi che tua madre andava a Neverland con te?
A. ogni volta tranne quella volta che ho raccontato di quando ero lì con Jordie Chandler e Macaulay e io...
Così, nonostante tutte queste domande insistenti, Robson ricorda solo una volta in cui era a Neverland, senza la madre. E 'stato tre anni dopo la sua prima visita e lui non era in realtà solo lì, ma con Jordan Chandler e Macaulay Culkin.
E questo è tutto.
Riassumiamo
Ricorda il racconto-incubo di Robson che dice: "la seconda notte" questo e quello è iniziato, e Michael ha detto a lui di mantenere il segreto, e "le attività sessuali hanno avuto luogo ogni notte durante tutta la settimana che seguì", ecc? Orribile, non è vero?
E qual era la realtà?
-La prima notte del loro primo fine settimana a Neverland non c'è stato nessun abuso, come lo stesso Robson non ha detto nulla di quel giorno.
-La seconda notte non è successo niente ancora, come Chantal ci ha già spiegato delle circostanze della seconda notte.
-L'intera settimana tra il fine settimana tutta la famiglia era lontano da Neverland, quindi non esiste episodio chiamato: "lasciando lui indietro (a Neverland ndr) per una settimana" e di conseguenza non c'è stata alcuna attività sessuale, presumibilmente in conseguenza a ciò..
-E il secondo fine settimana a Neverland Chantal ha di nuovo dormito nello stesso letto con Wade. Entrambi hanno confermato ciò, per cui in termini di attività sessuale il secondo fine settimana è escluso.
Quindi, cosa resta come risultato di tutte queste deduzioni derivanti dal “racconto-incubo” di Robson?
L'unico punto che ci rimane è un viaggio fatto da Joy, Wade e Chantal insieme a Michael a Los Angeles e lo stare lì per un paio di giorni prima di tornare finalmente in Australia. Questi pochi giorni a Los Angeles sono una storia emozionante di per sé, lasciamola per un momento successivo.
Tuttavia, mentre non siamo ancora su questo tema, siamo d'accordo, almeno per il risultato intermedio: tutto ciò che Wade Robson ha detto nella sua denuncia fino a questo punto è una bugia.
TUTTO!
Non c'era "seconda serata", non una "settimana da solo a Neverland" nessuna "continuazione della cosa più tardi". Tutto questo è una menzogna, senza alcun eccezione.
Per le persone ragionevoli questo sarebbe sufficiente per chiudere il caso di Wade Robson una volta per tutte, cosi ti lascio decidere se hai realmente bisogno di più prove delle sue bugie.
Comunque io stesso sono molto incuriosito perché Robson ha deciso di inventare una storia orribile su di lui ,di essere stato abbandonato dalla famiglia alla tenera età di sette anni. Non era chiaro a lui che poteva essere facilmente confutato (tutto questo) dalle parole di sua madre, e allora perché è andato avanti?

PERCHE QUESTA BUGIA?
La prima ragione che vedo qui è che Robson sperava che nessuno avrebbe davvero controllato le testimonianze di sua madre e di sua sorella al processo del 2005 e non si aspettava queste incongruenze.
La seconda ragione è che il suo obiettivo non è di dimostrare niente a nessuno. Il suo obiettivo è quello di scioccare come è possibile fare come molte affermazioni scioccanti, in quanto è la sola cosa possibile, e diffonderla attraverso i media senza alcuna prova di sorta. Il suo caso è destinato esclusivamente per il pubblico ed è una sorta di processo di contrattazione con MJ Estate - "se non mi dai un miliardo e mezzo, io continuerò a trascinare Michael nel fango. Infondate o non infondata, ma lo shock delle mie accuse è ancora lì ".
La terza ragione è che la storia di Robson è uno scheletro puro e ha bisogno di qualche carne da far crescere su di esso. Non è sufficiente affermare che è stato solo "molestato",no, deve essere una storia con tutti i dettagli e gli orrori del caso.
Così più i dettagli più pittoreschi sono aggiunti ad esso, più il pubblico dovrà parlare. Da qui la storia strappalacrime di un ragazzo solo, abbandonato dalla famiglia e ripreso solo una settimana più tardi. Lasciate che la gente discuta del destino del povero ragazzo, della sua famiglia senza scrupoli e delle loro possibili motivazioni. Essa darà loro qualcosa di cui parlare e li terrà lontani dal pensare che le basi della storia siano assolutamente folli.
E, infine, il motivo principale per cui si è inventato questa storia, è perché aveva bisogno di fare la sua attuale denuncia in linea con la sua testimonianza al processo del 2005. La trascrizione della testimonianza conteneva comodamente la parola "settimana" risultato della memoria vaga e incerta di un bambino e quindi ha offerto l'occasione che Robson non ha intenzione di perdere (ha provato quindi ad utilizzare la parola “settimana” della vecchia deposizione , per trarne dei vantaggi e invetarsi una storia in merito ndr).
Ha sfruttato e costruito una storia di orrore intorno all’ essere abbandonato dai suoi genitori ingenui e un abuso di una settimana dal suo idolo.
Abbiamo già visto che non c'è assolutamente nulla nelle testimonianze dei tre Robsons per confermare questo scenario folle. Non era lì per una settimana come sua madre ha detto più volte sotto giuramento (anche se il suo ricordo d'infanzia lo ha lasciato con questa impressione), la sua famiglia e la sorella rimasero con lui tutto il tempo (come egli stesso ha detto) e la prima volta che è stato solo a Neverland non era nel 1990, ma tre anni dopo, quando lui era lì con gli altri bambini (come lo stesso Robson aveva chiarito).
E non c'è stata molestia la seconda notte (come spiegato Chantal) e non c'è stata nemmeno la discussione della questione con MJ , perché non c'era semplicemente nulla di cui discutere. Tutto questo è una semplice invenzione.
E la cosa più divertente di tutte è che ora Robson ricorda ogni piccolo dettaglio del suo racconto dell'orrore, mentre dieci anni fa non si ricordava assolutamente nulla di tutto ciò.
Come spiegheresti questo strano fenomeno, mi chiedo?"
Tradotto di Sonya Antares