lunedì 13 aprile 2015

I Difensori si radunano: Una chiamata alle armi per i Fans di Michael Jackson di Syl Mortilla


Grazie al suo essere stato l'uomo più famoso del pianeta, le onde dell'energia di Michael hanno continuato ad atterrare sulla terra per oltre 55 anni , quelle stesse onde sembrano continuare a stimolare la libido degli editor dei tabloid di tutto il mondo, e continueranno così per ancora un bel pò di tempo . 
Proprio come questi corvi Multi Mediali hanno accerchiato il nostro Michael martire mentre giaceva sul letto di morte in ospedale, continuano a farlo adesso - arroccati come avvoltoi intorno alla loro discarica da tabloid, con la perenne attenzione verso la possibilità di raccogliere qualche carcassa gettata loro in pasto da opportunisti senza vergogna. 

Per coloro ai quali è in questo modo sopraggiunto un lavoro, in grado di sistemare le finanze prosciugatesi, e pagare così l'educazione dei propri figli - ed a questo standard di vita erano abituati - tutto questo sta per diventare veramente costoso. Ora che Michael è morto, questi parassiti , non si sentono in colpa ad incassare attraverso quella che era una loro amicizia con lui, indipendentemente da qualsiasi mezzo siano costretti ad utilizzare. Nel processo, hanno messo i figli di Michael dentro un inferno.
Tutti noi.

Michael capì che la storia è un'arma nella battaglia per l'obbiettività. In effetti, è proprio questo il motivo per cui ideò il video Remember the Time- nel tentativo di ricordare al mondo che c'è stato un tempo in cui chi era al potere, era nero.
I continui tentativi di minare l'importanza di Michael come figura culturalmente storica è un fattore motivazionale onnipresente nella vita quotidiana dei fan.

La favola della Bella e la Bestia racconta la storia di come il decoro è perennemente ostracizzato dal cinismo di una società ossessionata con la superficialità. Come capro espiatorio, promosso dalla insicurezza dei bulli timorosi e deviati,la Bestia finice sempre più isolata. La storia d'amore nella favola dimostra come due persone possano trovare conforto l'un l'altro nonostante e dopo il rifiuto da parte della società. E questo è quanto succede fra Michael e i suoi fan. Michael non avrebbe rinunciato perché aveva l'amore dai suoi fans. E noi, non abbiamo mai rinunciato perchè avevamo il suo amore.

Più cresceva la brutalità che Michael era costretto a sopportare, più eravamo attratti da lui. Il povero ragazzo nero che ha sopportato tutto questo come un ineffabile segno del suo destino - per prendere in prestito una frase di Janet - "nato in un mondo malato di razzismo", che ha continuato a sfidarlo, nella speranza di uscire dalla povertà e , con sacrificio a insistentemente contribuito, per invogliare l'umanità a trasformare il mondo in un posto migliore.

La missione di Michael è in fase di stallo, quando, dopo le numerose provocazioni, è stato arrestato, e la sua anima, la sua personalità è stata uccisa. Il modo in cui il messaggio di Michael viene interpretato è di vitale importanza per l'umanità, considerando la sua statura di oratore totemico.

Michael ha sempre detto che era la sua statura che lo rendeva un bersaglio facile , e che per questo la grandezza delle pietre che venivano gettate su di lui era enorme. Ma è ed era la stessa statura che lo rendeva un simbolo globale di amore e di pace. Gli attacchi continuano, ovviamente. Non lo lasceranno mai riposare in pace, e questo è il motivo per cui la sua community è così importante. Ha salvato la nostra infanzia, ed è nostro dovere proteggere e difenderlo nella sua morte. E siamo noi, i fans, che dobbiamo difenderlo contro gli attacchi apparentemente obbligati ed educare chi non sa rispetto alla realtà dei titoli sensazionalistici e i link pubblicati quali specchietto per le allodole.

Ora. Non sarebbe bello se tutti potessimo andare d'accordo e lottare uniti contro questo?

La fedeltà dei fan di Michael è simile a quella all'interno di una famiglia. Una famiglia come quella anche dei Jackson stessi. Qualsiasi grande comunità non è solo un riflesso, ma un macrocosmo della condizione familiare, con stereotipi identificabili come: le stoiche matriarche , i figli capro espiatorio, le zie,gli zii affidabili o inaffidabili, patriarchi imbarazzanti e adolescenti vulnerabili.

Al di fuori di questo assemblaggio di personaggi indissolubilmente legati , emerge uno stuolo di pugnalatori alle spalle onnipresente, che con insulti e la sola parvenza da esseri umani sanno esattamente quali tasti premere per raccogliere una reazione dai parenti del /dei capo/i espiatorio/i. Ciò che emerge anche, e tuttavia, è la capacità senza pari di perdono, comprensione e sostegno incrollabile di fronte alle avversità crudeli. Come lo stare a fianco di un fratello durante un processo estenuante, in cui è accusato di aver molestato dei bambini.

La comunità dei fan di Michael Jackson è molto meno divisa di come viene definita, in mille pezzi; è compresa di molte fazioni , come in molte altre situazioni, si presta anche a manipolare a volte le credenze, in un modo da soddisfare le proprie specifiche esigenze. E all'interno di una fanbase vasta, come quella di un artista come Michael , è anche giusto e inevitabile che esistano queste differenze.

Uno dei motivi per cui è così difficile prendere in considerazione l'idea che i fan in opposizione, potrebbero essere motivati ​​dall'amore, è il nemmeno vago sentore che le loro opinioni debbano essere anche credibili. Eppure, questi due aspetti sono del tutto estranei. 
Una grande quantità di persone, non fanno che occuparsi e quotidianamente e solo di perpetrare odio verso il lato di pensiero diverso, come standard. La strategia in questo metodo non è certo quella di far cambiare la percezione dei nemici. Un progetto tale, sarebbe fattibile solo accettando l'idea che quei fans con pareri e opinioni diverse pensano per lo più per se stessi. Ma se invece pensate che i vostri nemici sono anch'essi spinti dall'amore, la probabilità che si possa giungere ad un compromesso può e deve esserci. 
Non è necessario essere come il proprio avversario - e men che meno condividere la sua tesi- per capire che in realtà e come lui, questa simpatia che ha per se stesso, probabilmente significa più di quanto non faccia la sua antipatia per te.

I progressi nella risoluzione dei conflitti all'interno della comunità dei fan arriveranno solo quando capiremo tutti che il nostro amore per Michael è sincero, a prescindere da quale riquadro del suo prisma stiamo osservando o accettando. Michael ispira uno sforzo sincero.

Quando Michael cantava, "Questa è la nostra missione, per vedere attraverso / Questo è il nostro pianeta, sei uno di noi /" Sei solo un'altra parte di me "- siamo solo un'altra parte di lui, con Michael come nostro condottiero.

Michael ci mostra lo specchio della nostra umanità. I suoi fan hanno avuto la possibilità di percepire il mondo attraverso il suo prisma: doloroso, ma privilegiato. Ognuno di noi , come individuo è in qualche modo un riflesso di Michael, con il suo obiettivo comune: aiutare a guarire il mondo. Coloro che si proiettano su Michael e vedono un mostro , vedono in realtà solo se stessi. L'unico mostro che esiste è quello di se stessi e che cercano di combattere 
( n.d.r lo stesso sputato concetto ce lo ha raccontato Il Reverendo Barbara Kaufmann, e nelle analisi di Helena( Vindicate MJ) al fine si dice la stessa cosa.. quando osserviamo che coloro che sostengono Robson sembrano nemmeno tanto vagamente particolarmente morbosi sui dettagli e tutto ciò che riguarda gli abusi.. contrariamente a quanto dovrebbero invece essere li a difendere etc etc).
Non vi è alcuna base probatoria di alcun tipo che dimostri che Michael era un mostro. E' stata l'invidia e gli estorsori a creare questo. Come Michael cantava, "Il cuore lo dimostra/ Come uno specchio rivela la verità."

Se potessi desiderare qualsiasi cosa, sarebbe che tutti potessero percepire Michael in questo modo, a prescindere dalla nostra posizione o fazione..

Il perpetuare la menzogna che Michael era un molestatore di bambini mina il lavoro di tutta la sua vita, il suo messaggio e la sua missione. Questa è la questione, sopra ogni altra, più cruciale per l'eredità di Michael. Per combattere questo, possiamo trascurare le differenze. Questa è la vera causa che unisce la comunità dei fan di Michael Jackson.

Infatti, se il successo di un leader si misura con la fedeltà dei suoi seguaci, non ce ne una più grande di quella della comunità di Michael, a prescindere da quale fazione di fans si rappresenti. Michael si rifiutò di cambiare e ha sempre portato avanti le sue convinzioni. E dobbiamo rimanere altrettanto incrollabili nella nostra difesa verso lui. Dobbiamo rimanere statuari nel compimento della sua missione: ciascuno di noi nell'orgoglio di ciò che siamo è come un granello li luce un puntino colorato nel manto di un pavone, ognuno di noi può contribuire alla sua immortalità. E se lo facciamo- sarà un trionfo.
L'amore sopravvive. E' per sempre.

Come Michael disse:
"La speranza è una bella parola , ma spesso è molto fragile. La vita è ancora inutilmente ferita e distrutta. Ecco perchè credo che la risposta sia la fede; non la speranza. "

Eppure, la nostra posizione riguardo il messaggio di Michael e la sua innocenza non è in base ai propri punti di vista personali. Si tratta di difendere la reputazione di un uomo - alla luce dei fatti, troppo buono - non la fede..

E dobbiamo far nostri argomenti, come quelli contenuti nel libro che Michael ci ha lasciato in eredità. In modo che la verità e l'amore sopravvivano, indipendentemente dal livello di bombardamenti nefasti che dobbiamo sopportare. 
Una delle principali motivazioni per cui ho scritto un libro è stata quella di contribuire a garantire che ci sia qualcosa là fuori, da qualche parte, che propaga non solo l'estensione del genio di Michael, ma come lui ha scelto di utilizzare il successo che ne deriva attraverso un intento di tale purezza . 
L'eredità di Michael durerà , la leggenda anche. La domanda è quali miti si intrecceranno all'intero di questa Leggenda. Il mio libro è un tentativo di bilanciare la leggenda a favore di Michael, togliere quella zavorra che cerca in tutti i modi di perpetrarlo come un mostro, e promuoverlo come un profeta.
Questo articolo è composto da estratti modificati da The First Book Of Michael - di Syl Mortilla

ORIGINAL TEXT:
Defenders Assemble: A Call to Arms for Michael Jackson Fans