lunedì 13 aprile 2015

Prima Parte: IL LETTO MANCANTE nel racconto del crimine di Wade Robson..

27 Feb 2015 
 by Vindicatemj (Helena) 
 Stiamo confrontando la denuncia di Robson, contenente accuse fittizie contro Michael Jackson, con la sua testimonianza e e quelle della sorella e della madre al processo del 2005. 

Fino ad ora il processo ci ha aiutato a scoprire che tutto ciò che Robson ha detto sul suo cosiddetto abuso - e voglio dire, tutto quanto - è un falso. 
 In effetti, la storia di un inizio e di una continuazione dell’ "abuso" presumibilmente nel corso della sua prima visita negli Stati Uniti e a Neverland da MJ, si è rivelata essere una bugia stupida e vergognosa, dall' inizio alla fine. 
Menzogne di quel genere, si verificano di rado, ma le carte di Robson sono una rara eccezione alla regola - la storia che racconta è una bugia al 100%. A causa dell’ abbondanza di menzogne, ​il ripristino della verità è un processo lungo e ha già preso due post (vedi qui e qui per favore), e fino ad ora siamo solo al punto 13 del suo "Secondo Reclamo Modificato" depositato il 19 febbraio 2014. Quindi questo è il punto da cui iniziamo adesso. 
Dice:

"Il Lunedì seguente, il querelante, la madre e la sorella sono andati con il Deceduto nel suo appartamento nella zona Westwood di Los Angeles in Wilshire Blvd, dall'altra parte della strada di un Holiday Inn, mentre il padre ei nonni del querelante continuavano il loro viaggio per qualche giorno in più. Il querelante dormiva col Deceduto nel suo letto presso l'appartamento a Westwood; la madre e la sorella del querelante sono rimaste dall'altra parte della strada presso l'hotel Holiday Inn. L'abuso sessuale è avvenuto in ciascuna di quelle notti. Più tardi quella settimana, l'intera famiglia è tornata in Australia. "

Questo paragrafo è di enorme importanza - sarà strumentale per conoscere un sacco di molti altri dettagli associati a Michael Jackson e ci aiuterà a comprendere un quadro molto più grande nel suo complesso. Quindi questo post riguarderà non solo quei pochi giorni trascorsi dai Robsons a Los Angeles, ma si estenderà alla loro visita del maggio 1990, quando Wade Robson e sua madre tornarono a Los Angeles per prendere parte alla pubblicità di Michael per LA Gear e sono stati negli Stati Uniti , in base alla loro testimonianza, per 6 intere settimane.

Ma prima cerchiamo di chiarire cosa si intende per "il seguente Lunedi" nel paragrafo precedente.

LA TIMELINE SECONDO IL NOSTRO CALENDARIO 

Il 'seguente Lunedi " era il 12 Febbraio 1990 che era l'inizio dell’ultima settimana per la famiglia negli Stati Uniti.

Citando le carte di Robson, la loro visita negli Stati Uniti si è conclusa qualche tempo 'più tardi quella settimana' dopo 'pochi giorni' trascorsi fuori Neverland. Dopo il secondo fine settimana a Neverland la famiglia si divise e il padre ei nonni di Wade andarono a San Francisco, mentre Wade e sua madre Joy e la sorella Chantal tornarono a Los Angeles, questa volta con Michael Jackson. Dopo quei pochi giorni la famiglia si riunì e 'più tardi quella settimana' partì per l'Australia.

Il mio calendario del 1990 riporta i pochi giorni che la famiglia trascorse con Michael a Los Angeles come Lunedi-Mercoledì Feb.12-14. Giovedi, 15 Feb. era molto probabilmente il giorno in cui la famiglia si era riunita a Los Angeles (dovrebbero essersi trovati insieme e preparato i loro bagagli, no?) E Venerdì, 16 Feb. è contrassegnato come data probabile per il loro congedo alla volta dell’Australia.

Nel caso in cui avessero lasciato il paese il giorno dopo, il loro tempo a Los Angeles insieme a Michael potrebbe essersi prolungato di un giorno, ma questo è il massimo assoluto che possiamo concedere. E questa variante sembra essere ancora più improbabile perché la denuncia dichiara che sono partiti "nel corso della settimana" e non alla fine, quindi per quanto ne sappiamo la data di partenza potrebbe essere anche già avvenuta il Giovedi, 15 febbraio.
Così visto che il periodo in cui sono rimasti a Los Angeles può essere stato più o meno lungo, ho scelto la media di tre giorni trascorsi insieme a Michael come non la più lunga, ma nemmeno l'opzione più breve.

Ecco il calendario di gennaio-febbraio 1990 negli Stati Uniti:
Ora che avete un calendario di fronte a voi sarebbe bello rinfrescarci nella memoria la corretta cronologia di tutti gli eventi fra Gennaio-Febbraio 1990, nel modo in cui sono realmente accaduti e non fantasticati da Robson:
*Il momento del loro arrivo negli Stati Uniti potrebbe essere la vigilia del 26 gennaio che era l’Australia Day celebrato a Disneyland. In quel giorno Wade ha ballato con la Johnny Talent Time School e ha imitato "Smooth Criminal" di Michael Jackson. Le esibizioni furono di un solo giorno.
* Poi la famiglia ha cercato di contattare Michael per più di una settimana, visto che non avevano i suoi numeri o della sua Segreteria.
* Quando l'incontro fu infine organizzato, lo incontrarono nel suo studio di registrazione e furono invitati a trascorrere un weekend a Neverland. Questo fu il 03-04 febbraio 1990, secondo la presente denuncia di Robson.
* Poi c'è stata una pausa di una settimana, quando la famiglia ha lasciato Neverland. La separazione è stata confermata dalla madre di Wade durante la sua testimonianza nel 2005 così come dalla sua deposizione e testimonianza davanti al Grand Jury nel 1993 (molto probabilmente Wade disse lo stesso durante la sua deposizione nel 1993, davanti ai due Procuratori Distrettuali di Los Angeles e al suo avvocato).
* Il secondo fine settimana il 10-11 febbraio, 1990 la famiglia tornò a Neverland e trascorse due giorni lì.

Il seguente Lunedi (12 Feb.) Wade, sua madre Joy e sua sorella Chantal sono tornati a Los Angeles insieme a Michael mentre il padre ei nonni di Wade sono andati a San Francisco.
* Più tardi, nel corso della settimana si sono riuniti e sono partitii per l'Australia.
* Tutti quanti i Robsons sono stati negli Stati Uniti per circa tre settimane e mezzo.
* Così dal massimo di 24 giorni secondo questa stima, il tempo passato con Jackson è stato di sette giorni (contrassegnati in verde nel calendario), che è esattamente una "settimana", che Wade a sette anni ricordava a quel tempo.

Quattro su questi sette giorni sono già stati contati. Abbiamo stabilito che nessun abuso avrebbe potuto iniziare in quei giorni, anche in teoria. Ecco un riassunto veloce sul perché no:
a) La storia della "seconda notte" di Robson è falsa perché Chantal, dieci anni, aveva dormito in un letto con suo fratello minore quella notte, e la sua testimonianza al processo era l'esatto contrario di ciò che Robson sta dicendo ora.

b) La storia di Robson di un "abuso lungo una settimana dopo che la famiglia lo aveva lasciato " è un'altra bugia assurda visto che lui semplicemente non era lì a quel tempo. Tutta la famiglia aveva lasciato Neverland per una settimana e Joy Robson lo ha ampiamente testimoniato.

c) Ed entrambe le notti del secondo fine settimana Wade e sua sorella Chantal le avevano trascorse insieme nella stanza di Michael di nuovo, in modo che qualsiasi "continuazione di abuso" è ancora altamente improbabile, soprattutto perché in primo luogo non è mai iniziato e tutto ciò che Robson ha detto fino ad ora è stato confutato qui come bugia completa.

In questo modo si arriva agli ultimi tre giorni o giù di lì della loro prima visita negli Stati Uniti e questo post sarà un tentativo di ristabilire la verità dietro le bugie che Robson ci sta dicendo di quel periodo.

TOYS-R-US SHOP

Nel 2005 Tom Sneddon aveva fatto domande simili e ad un certo punto aveva sollevato con Joy Robson l'oggetto del negozio Toys-R-Us. Siamo estremamente interessati a questo argomento.

Tom Sneddon dice che la visita per lo shopping si è svolta nella notte. Questa era consuetudine di MJ perchè era la sua unica possibilità per evitare la folla. Questo rende la visita al negozio di giocattoli possibile solo quando la famiglia Robson si trovava insieme a Michael durante la notte, a prescindere di dove fosse.

Queste occasioni serali possono essere contate sulle dita di una sola mano. 
Comprendono: 
1) due notti del primo fine settimana a Neverland, 
2) due notti il ​​secondo fine settimana a Neverland  
3) circa due o tre notti trascorse con MJ a Los Angeles con Joy Robson e i suoi figli.

Al processo del 2005 Joy Robson aveva ricordato quella visita al Toys-R-Us. Lei non accompagnò i suoi figli lì e non ricordava esattamente quando la visita si era svolta, ma era sicura che non non era stata durante il primo fine settimana, probabilmente durante il secondo e tutto quello che riusciva a malapena a ricordare è che i bambini erano andati lì con MJ probabilmente dopo gli orari di apertura:

3 D. DAL SIG. SNEDDON: Durante il primo viaggio nel weekend a Neverland, lei è andata da Toys-R-Us?

5 R. No.

6 D. E’ stato il secondo fine settimana?

7 A. Non sono mai andata al Toys-R-Us.

8 D. I suoi figli sono andati al Toys-R-Us?

9 R. Sì.

10 D. In quale di quei fine settimana sono andati?

11 R. Non ricordo.

12 D. Ma si ricorda di un viaggio?

13 R. Sì.

14 D. E sono andati con il signor Jackson?

15 R. Sì.

16 D. E' stato dopo l'orario di chiusura ?

17 del negozio ?

18 R. Non ricordo.

19 D. Ed erano autorizzati a comprare qualcosa - o

20 avevano il permesso di prendere ciò che volevano e il signor Jackson

21 ha pagato per questo, giusto?

22 R. Credo di sì.

Cerchiamo di accorciare la puntata Toy-R-Us a quando e dove potrebbe essere accaduto davvero.

Joy Robson dice che la visita non è stata durante il primo fine settimana e questo è corretto. Il primo fine settimana era stato impegnativo. Il Sabato 3 febbraio 1990 Michael aveva accettato un premio dal Giappone via satellite e quindi ha trascorso solo una parte della giornata con i Robsons. A causa dell' enorme differenza di tempo (il Giappone è 17 ore avanti agli Stati Uniti), se la cerimonia si è svolta in Giappone di Domenica sera, ora locale, sarebbe caduta a mezzanotte negli Stati Uniti il ​​giorno precedente, e se la cerimonia si è svolta in Giappone Domenica mattina sarebbe caduta nel tardo pomeriggio di Sabato negli Stati Uniti.

Quest'ultima possibilità si adatta meglio con la testimonianza dei Robsons. Joy ha detto che erano arrivati ​​prima a Neverland e che aveva avuto anche il tempo di guardarsi intorno in casa prima dell'arrivo di Michael. Lui è arrivato in qualche momento nel pomeriggio, quindi il 3 febbraio in realtà, avevano avuto ben poco tempo per stare insieme, prima dell’arrivo della sera (quando i bambini hanno chiesto di stare fino a tarda notte nella stanza di Michael).

Domenica 4 febbraio è stata un'altra notte movimentata. ABC era in onda per un omaggio al 60° anno di Sammy Davis nel mondo dello spettacolo e Michael e la famiglia Robson sicuramente hanno guardato la cerimonia in televisione. Era stato un evento molto pubblicizzato - i proventi dello spettacolo, circa 250.000 $, erano per lo United Negro College Fund e Michael aveva cantato una canzone "You Were Here", come tributo a Sammy Davis che soffriva di cancro alla gola. Da allora lui non aveva potuto più pronunciare parola ed è effettivamente morto qualche mese dopo la messa in onda dello spettacolo. Lo spettacolo era stato girato nel mese di novembre dell'anno precedente, ma era stato trasmesso il 4 febbraio 1990 e dato che era un evento così emozionante e significativo (che poi ha vinto l'Emmy per Outstanding Musical Special) Michael sicuramente l’avrà visto in diretta in TV – molto probabilmente insieme con la famiglia Robson.

Quindi il viaggio al negozio Toys-R-Us di certo non ha avuto luogo durante il primo fine settimana a Neverland.
È possibile vedere il tributo di Michael per Sammy Davis Jr. qui:

Ora, la visita al Toy-R-Us potrebbe essersi svolta durante il secondo fine settimana a Neverland?
Sembra di no.
fine prima parte....

LINK ARTICOLO TRADOTTO

ORIGINAL SOURCE
THE MISSING BED in Wade Robson’s crime story