lunedì 13 aprile 2015

L'Anima dell'arte & L'arte dellAnima by BARBARA KAUFMANN

Solo un altro artista può capire quello che succede ad un altro artista , come possa sentirsi quasi perseguitato e spinto in avanti, e, talvolta, catapultato nel mondo della loro stessa passione. 

Le arti sono un enigma: un paradigma, un genere, un regno di fantasia e creazione che ossessiona, ruba la vostra attenzione, il vostro controllo e alla fine vi cattura e tiene in cattività la vostra anima.

Un artista non è più in grado di aggrapparsi al proprio io, e rifiutare quello che arriva dall'ispirazione; ne può ignorare la chiamata a rendere visiva quella passione. Gli attori, si immergono profondamente nello studio multidimensionale del soggetto, per portare il ritratto dei personaggi verso il pubblico ;i cantanti cantano perché riconoscono la bellezza della voce come strumento della creazione; gli artisti dipingono per rivelare quello che c'è dietro una tela bianca;i ballerini danzano per godere dell'abbandono alla pura magia del movimento; gli scrittori scrivono perché non possono evitare di esternare una storia d'amore.

L'atto di "esporre fuori", cioè , di liberare il proprio lavoro all'esterno , nel mondo, non è solo l'offrire la propria anima per l'intrattenimento o per il successo , ma anche perchè possa essere utilizzata. È un atto sacrificale. Ci vuole grande coraggio per offrire se stessi. E raramente è apprezzata per il grado di sforzo che ha richiesto o non è difesa per quanto invece dovrebbe essere degna.

Ecco quello che Michael Jackson ha detto dell'arte:
-"Mi impegno nella mia arte. Credo che tutta l'arte ha come fine ultimo l'unione tra il materiale e lo spirituale, l'umano e il divino. Credo che sia questo il motivo per l'esistenza stessa dell' arte. "
e ...
-"Mi chiedo come la natura si possa sentire quando apriamo i nostri cuori ed esprimiamo i talenti ricevuti da Dio. Un suono di approvazione scivola attraverso l'universo e tutto il mondo abbonda di magia. Un immenso calore riempie i nostri cuori, perché abbiamo intravisto, per un istante, la giocosità della vita."
-"Quello che vogliamo davvero è essere toccati dalla verità ed essere in grado di interpretare quella verità in modo da poter utilizzare ciò che si sta provando e sperimentando, che sia disperazione o gioia, in un modo che aggiungerà un senso alla propria vita e sperare di poter toccare quella altrui"

A proposito di danza:
"La coscienza si esprime attraverso la creazione. Questo mondo in cui viviamo è la danza del creatore. I ballerini vanno e vengono in un batter d'occhio, ma la danza vive per sempre. In molte occasioni, mentre sto ballando , ho sentito di poter toccare qualcosa di sacro. In quei momenti, ho sentito il mio spirito lievitare e diventare tutt'uno con tutto ciò che esiste.
"Divento le stelle e la luna. Divento l'amante e l'amato. Divento il vincitore e i vinti. Divento il padrone e lo schiavo. Divento il cantante e la canzone. Divento il saggio e il sapere. Continuo a ballare e poi, non è più la mia danza ma quella del creatore. Il creatore e la creazione si fondono in una pienezza di gioia. 
Continuo a ballare e ballare ... e ballare .. fino a quando c'è solo ... la danza. "

Sulla musica:
"Ho scritto Will You Be There, a casa mia, a Neverland, in California ... Io non cerco di concentrarmi per scrivere una canzone. Ecco perché è difficile prendersi il merito per le canzoni che scrivo, perché mi sento sempre come se venisse dal divino. Mi ritengo fortunato per essere uno strumento attraverso il quale la musica scorre. Sono solo il messaggero, la fonte attraverso cui passa. Non posso prendermi il merito per questo, perché è opera di Dio. Sono solo chiamato ad utilizzarlo.
"Tutto arriva in contemporanea; è proprio come catturare il movimento di una foglia che cade da un albero. E' la più spirituale e bella cosa che potrebbe mai accadere, e, um.. , solo che ha volte, io resto prostrato e rigrazio Dio per ciò che mi ha dato "

Sul palco:
"Sono a casa...sul palco. Ecco dove vivo. Ecco dove sono nato. Ecco dove sono al sicuro.
«Quando non sono sul palco, io non sono la stessa persona. Sono diverso. Mi sento come in astinenza, quando passo lunghi periodi senza stare sul palco, mi sento strano e a disagio. Mi metto a piangere, e mi comporto un pò come un pazzo. Non sto scherzando "
E ha anche detto ...
"E' difficile vivere una vita interamente pubblica, anche se apprezzata dalle persone, che amano la mia musica"

E sul processo creativo:
" Non riesco a esprimere razionalmente come avvenga un processo creativo. Perché non ho niente a che fare con, naturalmente. E' creato nello spazio. E' l'opera di Dio, non la mia. "

Quindi immaginate di essere un ragazzino di 5 anni che sente l'arte dentro di se, un qualcosa di magico e inquietante che spinge nel profondo. Ma sai anche che nessuno, o non ancora, riesce a riconoscerlo. E pregate e implorate che vi venga data una possibilità, perché sapete di poterlo fare. Potete sentirlo. Potete sentire Dio che cerca di uscire.
Così un giorno qualcuno , vi ascolta e vi mette sul palco della vita ad esprimere questo dono che è la vostra essenza ma che sai provenire da un essenza più in alto, più importante ancora. E gli altri riconoscono la vostra luce splendente! Vedono il talento dato da Dio! Che sollievo; la pressione può placarsi.. . 
A quel punto, sapete senza ombra di dubbio o esitazione, cosa siete chiamati a fare, il vostro scopo nella vita. Siete circondati dalla famiglia e l'amore, anche se è dura a volte. E diventate poi un beniamino nel mondo dell' intrattenimento . Un ragazzino certo, ma amato, e di enorme talento.

Nell'esatto istante in cui il talento viene riconosciuto, il mondo si apre a voi. Un povero bambino nero da una città industriale e altrettanto povera del Midwest, che canta e balla come un angelo. E da giovane uomo avete tutta la vita davanti. Vi dilettate in quella conoscenza. Vi dilettate nella musica. Alla fine, c'è solo la musica. E vi piace il palco, la magia. Quella magia che può mostrare come sa muoversi il corpo, il vostro spirito vola. Ed è evidente nella voce, nei sorrisi. E questo gratifica le vostre sicurezze, anche se siete timidi. 
E' difficile capire da dove inizia, perché è tutto nella musica ... il messaggio nella musica; e la musica nel messaggio.
Che piacere essere riconosciuto, apprezzato, anche amato. E voi li amate, nello stesso modo. L'amorevolezza viene facile. E' tutto così meraviglioso, così magico, così eccitante. Nel corso degli anni il talento e la magia diventano più forti e l'amore è esponenziale, perchè si muove in entrambe le direzioni, da voi a voi. 
Quest'arte, questo vivere la vostra missione è magica.
Man mano che la vostra carriera spicca e riconoscete l'apprezzamento , le persone di aprono di più e mostrano il loro apprezzamento perchè riconoscono che hai saputo sfruttare la divinità che vive all'interno di ognuno di noi. 
Diventate una luce, un esempio per il mondo. Siete amati e apprezzati per questo, per come sapete brillare, e anche dare agli altri la possibilità di brillare a loro volta.

Col passare del tempo, diventa sempre più chiaro che la vostra popolarità e fama , vi rendono estremamente qualificati per dimostrare al mondo ciò che è il sè interiore. 
Così ,cominciate a lavorare sodo per diffondere il messaggio. Cercate di spingere gli altri a fare un passo verso la loro capacità di brillare, la stessa che traspare da voi e che è in attesa di brillare attraverso loro.
 E vi amano di più per questo. Rispondono al messaggio e vogliono emulare la vostra compassione per gli oppressi, i diseredati, i malati e i bisognosi. 
Diventate un faro di ciò che l'umanità può realizzare solo se avesse il coraggio di toccare il proprio io interiore.
Le persone sono gentili e generose e mostrano apertamente, il loro amore per voi, riconoscendo che ci sono tra loro, persone che possono raggiungere e sfruttare il loro Dio, la loro divinità interiore. E siete felici di poterglielo ricordare attraverso il vostro talento, la vostra presenza, il vostro regalo. E l'amore cresce ...
E' stata una bellissima carriera sin dall'inizio, un cammino di amore e di meraviglia. La realizzazione del divino: di poter essere nel mondo ma collegati al nostro creatore interiore, la presenza magica che sposa l'umanità alla divinità. E il viaggio ha ispirato molti altri a fare esattamente questo, raggiungere la propria divinità interiore.

Ovunque andate, le persone cantano le vostri lodi, felici di vedervi, e generose con il vostro spirito. 'Questo mondo,' pensate, 'è un posto speciale', dove chiunque può trovare il suo creatore interiore, una scintilla divina che illumina e illustra ciò che un essere umano può fare e ciò che insieme, l'umanità può realizzare. E' quello che avete sempre sognato, che cantavate, quello in cui avete creduto instancabilmente.
Lo sapete e lo sentite "è tutto per amore." E' "tutto per i bambini, per salvare i bambini di tutto il mondo".
La gente vi ha guardato assistere i bambini in tutto il mondo per più di 20 anni , e per due volte, quando qualcuno ha provato a trasformare questo amore, in qualcosa di oscuro e sospetto ,tentando di presentarlo pubblicamente con un oltraggio , l'applicazione della legge, determinata a proteggere i diritti civili, ha visto i tentativi di estorsione per quello che erano. Siete grati quindi di vivere in un paese civile in una società civile e giusta e dove coloro che servono i cittadini sono pronti ad adempiere ai loro legittimi doveri con la diligenza.

Gli anni , nei quali avete invitato continuamente a "guarire il mondo e renderlo un posto migliore" vi hanno resi la persona umanitaria più visibile della società. Un vero esempio per tutto il mondo di ciò che è possibile nell'esperienza umana sia individualmente che a livello globale. Anni meravigliosi. E' meraviglioso essere vivi. E vi sente talemente bene, da voler donare l'intera vita al servizio del mondo e del sapere, che fa la differenza. E' meraviglioso amare così tanto ed essere amati così tanto.

E' stata una vita eccezionale. E un bel giorno, vi svegliate, capendo che è arrivato il momento per la performance finale e dire addio alle scene , quindi decidete di rilasciare una dichiarazione:
"È Giunto Il Momento. E' arrivato il momento dell'ultima chiamata, di essere parte di una musica che non sarà solo unione, ma capace davvero si far sentire tutti come uno, uno nella gioia, nel dolore, uno nell' amore, uno al servizio e nella coscienza. "

Tutti sanno che questa è la vostra ultima performance, l'ultimo sipario, e sono tristi ma anche felici di celebrare la vostra vita insieme a voi. E sono pazienti perchè riconoscono quello che avete già dato. Sono felici di poter apprezzare questo ultimo dono che avete da offrire. Sanno che tutta la vostra vita è stata un dono, e così lo apprezzano veramente e capiscono il vostro ultimo gesto magnanimo. 
Ed è chiaro si, che c'è un ultimo messaggio da divulgare: L'atronave terra ha bisogno che noi siamo degli amministratori più responsabili. L'umanità ha bisogno di avere un po' più di amore verso il mondo stesso. Così ancora una volta, fate un passo.
Una volta conclusi i concerti di Londra, vi rendete conto che ancora una volta questo messaggio è andato in entrambe le direzioni. 
L'amore che scorreva fuori da voi e dentro di voi, vi ha resi più forti nella convinzione che l'amore è veramente la risposta a tutto. Che quando pensiamo e agiamo come una sola famiglia, una razza umana, una mente e uno spirito, come UNO, i problemi del mondo possono essere risolti. 
I bambini in questa famiglia globale possono ereditare un mondo migliore. E il mondo apprezza il tempo che avete dedicato. I critici sono gentili, sanno che avete dato tutto. La vostra performance finale vi ha dato l'occasione per ringraziare tutti, e grazie alla tecnologia avete coinvolto il mondo intero , regalando amore e umanità più di quanto chiunque altro abbia mai fatto. 
E così fate il vostro annuncio:
"Le arti sono un amante insistente. Gli anni delle performance sono stati meravigliosi e sono così onorato di sentire il vostro amore e sostegno. Ora negli anni centrali della mia vita, il vostro apprezzamento in questo mio addio mi fa venire voglia di dare ancora di più. Anche se non sono più in grado di esibirmi ancora su un palco, c'è un'altra tappa nel mio cuore che voglio condividere con voi. 
C'è un nuovo mezzo attraverso il quale la divinità può trovare espressione. Il nuovo mondo , quello di domani, è stato creato in un modo nuovo su un vecchio palco, il grande schermo. E voglio continuare ad essere uno strumento per costruire una nuova narrazione dell'umanità, l'unione di umano e divino sullo schermo. 
Così sto annunciando proprio qui e ora, oggi .... che, dopo un breve riposo, inizierò una nuova arte dedita alla produzione e alla regia. Voglio continuare a contribuire alla guarigione dell'umanità e del mondo, nello stesso spirito, come ho fatto con la mia immagine, ma in un nuovo formato, un nuovo modo ... attraverso il teatro e il cinema. 
Non vedo l'ora di incontrarvi tutti nel nuovo progetto, mentre continuiamo l'arte di creare la nostra umanità insieme. 
Dio vi benedica, e sappiate che vi amo di più. A presto ".

L'artista e l'arte avrebbero dovuto essere riconosciute, il genio apprezzato. L'anima offerta avrebbe dovuto essere consumata con la stessa riverenza e in comunione della stessa, perchè l'operato dell'anima, è una comunione con gli altri e con il mondo.
Non solo per Michael, ma per ogni artista che porta con se il dono della sua anima ... Ed è così che la storia sarebbe dovuta andare.

ORIGINAL SOURCE