venerdì 17 aprile 2015

"Unity:The Latin Tribute to Michael Jackson" è disponibile! di Damien Shields


Verso la metà di Gennaio abbiamo visto l'exploit di “Unity: The Latin Tribute to Michael Jackson”, con l'uscita di "Smooth Criminal" dal suo prossimo album. E ora, l'album è qui!

Uscito il 14 aprile 2015 sotto l'etichetta dei classici Universal Music in collaborazione con Universal Music Latin Entertainment, “Unity: The Latin Tribute to Michael Jackson” - un'interpretazione latina della musica di Michael Jackson, completamente ri-arrangiati in autentico stile latino incisa da cantanti e musicisti latini di primo piano- e ufficialmente lanciato in tutto il mondo, è il risultato di quattro anni di duro lavoro.
Il prezioso progetto del produttore / polistrumentista / arrangiatore (e grande fan di Michael Jackson) nato in Perù e cresciuto a Miami, Tony Succar, con la partecipazione di oltre un centinaio di musicisti, superstar latini come Tito Nieves, Jon Secada e Obie Bermudez e il tocco magico del tecnico del suono che ha lavorato per molto tempo con Michael Jackson, Bruce Swedien, è il primo album Latino che saluta il Re del Pop.

“Unity: The Latin Tribute to Michael Jackson” ha avuto un grande impatto sulla scena musicale di tutto il mondo nel mese di gennaio che Billboard.com ha messo in evidenza la storia del progetto, che è stato concepito dalla campagna di successo Kickstarter nel 2011 per un progetto inizialmente intitolato “ A Tropical Tribute to the King of Pop”.

"Sono sempre stato un fan di Michael Jackson -da quando ero un ragazzino", ha detto Succar a Music Times in un'intervista pubblicata oggi. "La musica di Michael Jackson è un linguaggio universale. Volevo fare qualcosa che venisse dal cuore, e il mio cuore - essendo Latino che è cresciuto a Miami - era incline a fare qualcosa nel formato Latino. Volevo fare qualcosa di diverso, dove potevamo metterci molta più creatività e differenziarci dal resto del mondo."

"E' stimolante", dice uno dei talentuosi cantanti solisti del progetto, Jean Rodriguez. "Essere collegato a Michael [Jackson] in questo modo e alle mie radici latine in questo perfetto connubio è bellissimo."

Succar ha ascoltato l'intera discografia di Michael Jackson per scegliere le canzoni che intendeva rivisitare per il progetto, spiegando che la selezione dipendeva da quale delle tracce di Jackson gli facevano venire la pelle d'oca.
"Purtroppo, la maggior parte mi ha fatto venire la pelle d'oca", ride Succar. "Così ho ascoltato la melodia e cercato di vedere come si sarebbe adattata ai ritmi latini. C'è un ritmo significativo che è presente in tutta la musica latina – che di fatto proviene dall'Africa – chiamata “la clave (chiave)”. E' un modello. Quindi abbiamo cercato di immaginare queste melodie su quel modello ritmico, e ogni canzone che si inseriva bene la sceglievo e vedevo come potevo orchestrarla.”

Infine, dodici canzoni fanno parte della versione finale dell'album:
I Want You Back
Billie Jean
Man In The Mirror
Blame It On The Boogie
Earth Song
Human Nature
I Just Can’t Stop Loving You
Black or White
Smooth Criminal
They Don’t Care About Us
Thriller
You Are Not Alone

Succar e la sua società di produzione hanno anche prodotto un documentario della durata di un'ora circa l'esperienza di quattro anni di concettualizzazione, sviluppo, registrazione e rilascio di “Unity: The Latin Tribute to Michael Jackson”, che uscirà in DVD questo mese in Messico. Si prevede anche, in futuro, il rilascio del documentario negli Stati Uniti.

ENGLISH:
Unity: The Latin Tribute to Michael Jackson is released! by DAMIEN SHIELDS