sabato 9 maggio 2015

Jimmy Jam parla della canzone e del video di 'SCREAM'

Jimmy Jam: come "Scream" è arrivato a MJ

Mi ricordo quando andavo a scuola in quarta elementare, portavamo sempre i nostri singoli (dischi), e durante la ricreazione, l'insegnante ce li faceva mettere. C'era un ragazzo che portava sempre degli album e un giorno ha portato quello di “Diana Ross Presents The Jackson Five”.

E' stato sorprendente. Ricordo che fissavo la copertina e poi guardavo il retro, dove c'era scritto le età di tutti i fratelli. Ho visto l'età Michael e ho pensato, "Aspetta un minuto. Questo ragazzo ha la mia età! " 

Questo fatto ha totalmente cambiato il mio atteggiamento verso la musica. Fino ad allora pensavo che fosse una cosa che facevano gli adulti; qualcosa da fare magari in futuro, meglio di qualsiasi cosa che potevo fare in quel momento. 
Ascoltare e vedere Michael a quell'età mi ha spinto a provare a fare della musica anch'io. E' stato un momento che mi ha influenzato [per sempre].

Lavorare con lui anni dopo mi ha regalato una nuova passione: la composizione musicale. “Scream” è stato fatto perché Michael voleva fare un duetto con la sorella Janet.
Quando il mio co-produttore Terry Lewis ed io siamo andati nello studio di registrazione (il Flyte Tyme Studios a Minneapolis) per presentare alcuni demo, abbiamo chiesto a Janet di unirsi a noi per avere qualche ispirazione. Dopo un paio di giorni avevamo in mano circa otto idee diverse. È interessante notare che Janet sapeva che Michael avrebbe amato la demo che in seguito sarebbe diventata "Scream".

Dissi: "Come lo sai?" E Janet rispose: "Conosco mio fratello." 

Le ho chiesto quale le piaceva di più e disse: "Mi piace questo. Mi piace molto quello che mi fa provare. Ma so che a lui piacerà "Scream" perché è più aggressivo. In realtà, spero che non scelga quella più melodica perché la vorrei nel mio album."
Quella canzone divenne" Runaway ", un grande successo per lei.

Così siamo andati a New York, alla Hit Factory, dove avevano i più grandi altoparlanti che si potessero trovare. Beh, Michael aveva portato degli altoparlanti ancora più grandi! Hanno messo una manopola per il volume che era enorme, di circa 12 cm di diametro. Lui lo ha messo al massimo. Nonostante il suono a tutto volume, lui ha continuato a parlare tutto il tempo con la sua dolce voce. "OK, sentiamo quello che hai portato. Mi dispiace, a me piace il volume molto alto, spero non ti dispiaccia. "

Ha messo su le demo che avevamo ridotto da 8 a 6. "Scream" era il quinto. Ascoltava ogni tema per un paio di minuti. "Mi piace questo ... Questo è veramente buono," commentava. Così alla fine ha detto: "Tutti questi funzionano davvero. Hai fatto un ottimo lavoro. Possiamo riascoltare il numero cinque? "
Ha rimesso "Scream" di nuovo. "Penso che questo.. mi sembra di sentirci qualcosa di diverso .." e disse, "Andiamo avanti con questo."
Janet mi guardò e cominciò a ridere, "Te l'avevo detto che l'avrebbe scelto”.

Il giorno dopo ci siamo incontrati nel suo appartamento nella Trump Tower. Quando abbiamo messo la musica non aveva ancora il testo, ma appena ha iniziato a cantare quella che sarebbe stata la melodia di "Scream", Janet ha detto: "Beh, è troppo bassa per poterla cantare." Così ho detto: "Janet, alzeremo il tono in questo punto qui," e ho canticchiato la sua parte. Entrambi hanno esclamato “Favoloso” e letteralmente un'ora dopo, Michael aveva la canzone. Aveva le parole, la musica, tutto.
E' stato incredibile.

Il processo di scrittura è stato così per ogni canzone che abbiamo fatto insieme. In "Tabloid Junkie" e "HIStory", lui è stato molto veloce e intenso. Ha scritto tutto come un turbine.. come se fosse semplicemente arrivato a lui [in modo del tutto naturale]. E' stato molto stimolante.
Quando scrisse "Scream" lo fece nello stesso modo. Ma gli ci vollero tre giorni per accettare che la canzone era davvero buona. Ci siamo seduti e siamo tornati sul tema riga per riga, melodia per melodia. In ogni parte chiedeva: "siamo d'accordo che è veramente buona?"
Eravamo d'accordo, e allora diceva: "Ora dobbiamo sfidare noi stessi e cercare di realizzare qualcosa addirittura migliore."
Lui era molto meticoloso cercando di assicurarsi che il risultato ottenuto fosse il meglio del meglio. E' andata così per tre giorni durante i quali ha cambiato solo due parole. Ma il suo istinto aveva ragione. Tutto ciò ha fatto una grande differenza.

TESTO ORIGINALE: Jimmy Jam: Como llegò "Scream" hasta MJ