domenica 10 maggio 2015

Michael Jackson sull'Orient Express - Estate 1992

Alla fine dell'estate del 1992, Michael Jackson viaggia a bordo del prestigioso e lussuoso treno Orient Express per unire alcune città del suo tour Dangerous.
Soprannominato "Il re dei treni, il treno dei re", il treno notturno, creato dalla società francese di origine belga, Compagnie Internationale des Wagons-Lits (CIWL) e che ha fatto viaggiare delle personalità del calibro di Re Ferdinando di Bulgaria, il fisico Albert Einstein, lo scrittore russo Lev Tolstoj, l’attrice americana Marlene Dietrich, Josephine Baker, Agatha Christie, il creatore dei 'Ballets Russes', Serge Diaghilev, l'avventuriero Lawrence d'Arabia e persino la famosa Mata Hari, è stato inaugurato nel 1883 a Parigi.
Originariamente chiamato l'Express d’Orient, prima di essere ribattezzato Orient Express nel 1891, il treno collegava Parigi a Istanbul (poi Costantinopoli) via Strasburgo, Monaco di Baviera, Vienna, Budapest e Bucarest.

Il mito di questo treno è stato costruito principalmente attraverso la letteratura e il cinema, ma nel 1918, anche se requisito per la guerra e distrutto poi, entra nella storia. Uno dei suoi vagoni, che è stato conservato, è stato utilizzato per la firma dell'armistizio dell'11 novembre 1918, la stessa vettura che i tedeschi hanno utilizzato per firmare l'armistizio nel giugno del 1940.

Conoscendo l'interesse di Michael Jackson per la storia, non è sorprendente che abbia affittato il treno storico per viaggiare da una città all'altra.

Il 29 agosto del 1992, Michael aveva appena festeggiato il suo compleanno nel castello di Gloria Von Thurn und Taxis, principessa in Regensburg, in Germania. Il 30 agosto, ha dato un concerto a Ludwigshafen (Germania), in condizioni difficili, con la pioggia e grandi problemi di audio.
Per raggiungere gli altri concerti del tour in Germania e Svizzera, Michael ha viaggiato con l'Orient Express e ha affittato l'intero treno, di nove vetture, tra cui il famoso vagone Bar Pullman - Blue Train No. 4160, la vettura bar.

Hans Muntwyler, impiegato svizzero del treno, aveva ricevuto una telefonata dal suo capo, poco tempo prima di chiedergli se voleva accompagnare Jackson in questo viaggio come maggiordomo personale.
"Ero completamente rilassato", ricorda con un sorriso. 
Solo dopo il viaggio mi sono reso conto che ero con il numero uno del mondo. "
Senza istruzioni più specifiche, Muntwyler inizia il suo lavoro per Michael Jackson a Ludwigshafen. Il treno prende la direzione per Pegnitz, Alta Franconia (Germania). Un concerto deve aver luogo a Bayreuth, una cittadina non lontana da lì, il 2 settembre.

La parte anteriore del treno è riservata all’equipe del tour Dangerous, la parte posteriore è per Michael e i suoi due segretari, il suo cuoco, il suo il suo stilista.Il vagone dove soggiorna Michael ha un televisore con playstation, fax e telefono. Ha anche qualcosa per ascoltare musica, il flipper e e un calcio balilla.
Muntwyler ha descritto Michael come qualcuno "molto piacevole, timido e riservato" , del tutto normale. "E' successo anche che ha tenuto la porta per farmi passare," ha detto. "Non dimenticherò mai quando l’ho sorpreso nel suo salotto. Michael guardava un suo video dove ballava e praticava alcuni passi di danza. Quando mi ha visto, si è sentito un po' in imbarazzo"

Anche se non gli ha mai chiesto l’autografo ("Volevo fare il mio lavoro correttamente e tacere", dice), Hans ha però recuperato un tesoro di questo viaggio: un tovagliolo di stoffa su cui Michael aveva disegnato due caricature, con una penna. "Un inserviente del treno lo aveva trovato sul tavolo, dopo che Michael lo aveva lasciato", dice. Hans lo aveva preso senza realmente pensare che i disegni fossero della star. 
Non aveva mai sentito dire che il Re del Pop sapesse disegnare. Un giorno mentre era a casa, pochi anni dopo, ha sentito parlare di un disegno con un autografo su un altro tovagliolo e che era stato messo all'asta. E lo ha confrontato con quello che aveva recuperato ed era ovvio che le teste erano state disegnate da Michael.
Anche se nessuno avrebbe dovuto sapere dell'arrivo di Michael a Pegnitz il 31 agosto, un centinaio di fans erano presenti con il loro cartello di "Benvenuto a Pegnitz", la macchina fotografica o la penna pronta per un autografo. C’erano anche fotografi e cameramen.
Verso le 16:00 di sera, movimenti di uomini e macchine indicano l'imminente arrivo della stella. Un minibus con i vetri oscurati avanza, seguito da diverse limousine, gli uomini si riuniscono in piccoli gruppi sulla piattaforma.

Un primo treno arriva e che nessuno si aspettava. Il Pendolino, una sorta di TGV italiano si ferma e poi riparte. Verso le 16:50, l'Orient Express finalmente arriva. Brett Barnes, il giovane ragazzo che ha accompagnato la star, è stato accompagnato direttamente al pulmino. Michael Jackson scende dallo scompartimento nr 3, protetto da alcuni uomini. Si dirige verso il comitato di benvenuto, relativamente discreto. Solo qualche grido si sentirà alla sua uscita dal vagone.

Tempo di abbracciare due ragazze in uniforme rossa che gli consegnano la chiave simbolica dell'hotel dove soggiornerà e Michael si precipita nel suo minibus che lo porta al Plaums Post Hotel, la struttura più prestigiosa della città che ha visto soggiornare Michael Gorbaciov, Andy Warhol e Walt Disney, per citarne alcuni. Il convoglio è stato seguito dalla polizia, curiosi e giornalisti.

L'intera struttura è riservata per l’equipe di Michael Jackson, che è custodito come una fortezza. Michael occuperà la suite "Parsifal". Il proprietario, Andreas Pflaum, riceve Michael con un 'kouglof', un dolce tedesco per il suo compleanno e gli regala anche un trenino elettrico. Pflaum gli avrebbe fatto da guida durante il suo soggiorno nella regione.

Michael si trasferisce a Berlino con il famoso treno per il suo concerto del 4 settembre. Arrivato alla stazione di Lichtenberg, Michael si precipita attraverso i binari per eludere i fotografi.

Silvio Hoffmann, originario di Biel in Svizzera, aveva 22 anni nel 1992. Era il capo cuoco dell’ Orient Express e ha lavorato con lo chef personale di Michael Jackson durante il suo viaggio in treno. Avrebbe cucinato per la star per diversi giorni e lo ha descritto come una persona del "tutto normale, gentile e senza pretese."
Dal punto di vista culinario, Silvio ha detto alla rivista Schweizer Familie (sopra) che "Michael è un epicureo. Se non avesse bisogno di cibo per sopravvivere, non mangerebbe. " Non gli piace mangiare. Ama soprattutto riso, verdure, pollo arrosto, mangia pochi dolci e soprattutto frutta. Non beve molto alcol. La sua bevanda preferita è limonata all’arancia, succo d'arancia appena spremuto, tè. Michael sembrava essere felice durante il suo viaggio in treno, anche se è rimasto riservato e ha voluto preservare la sua privacy.

Una sfera privata che, secondo la Biel Bienne, Silvio alla fine ha conosciuto molto poco. Le sue dichiarazioni sono state smentite dalla rivista dice il giornale svizzero. Anche se è un cuoco molto bravo, Silvio ha cucinato solo per la squadra del Dangerous Tour e ha dato una mano al cuoco personale Hindu della star, ha detto un membro del Consiglio dell’ Orient Express. Le dichiarazioni di Hoffmann, che ha informato la stampa senza imbarazzo sulla quotidianità della star, e ha pubblicato foto con Michael (fatte da una guardia del corpo e offerte come souvenir ai membri del treno), gli sono valsi i problemi con il suo datore di lavoro. Tutti intorno a Michael, normalmente si impegnano a non divulgare nulla ai media.

Come ringraziamento, Michael invita i dipendenti dell’Orient Express ad assistere al concerto di Gelsenkirchen, che doveva aver luogo il 6 settembre. Il personale era in attesa nella hall dell'hotel Hyatt dove Michael alloggiava quando Marcel Avram, l'organizzatore di concerti, è arrivato e ha annunciato che il concerto era stato annullato. Michael era malato, soffriva di mal di gola.

Il suo viaggio sul famoso treno continua ancora il giorno dopo per andare a Losanna in Svizzera. Tuttavia, preferisce soggiornare in un hotel di Ginevra.
I dipendenti dell'Orient Express, tra cui Hans Muntwyler, finalmente saranno ricompensati e assisteranno al concerto di Losanna, l'8 settembre. Dopo che le guardie del corpo gli hanno accompagnati nel backstage dove hanno potuto incontrare la chitarrista Jennifer Batten, sono stati portati alla torre del suono dove hanno assistito al concerto. Con vista panoramica e migliaia di teste di fronte a loro, l'uomo che si prese cura del comfort di Michael durante il suo viaggio ha detto semplicemente: "Il concerto è stato sensazionale."


ORIGINAL SOURCE: Michael Jackson à bord de l'Orient Express - Eté 1992

LINK TRADUZIONE: MJGW FORUM