mercoledì 17 giugno 2015

Jimmy Jam - Come "Scream" è diventato il video più incredibile degli anni '90


Con l'uscita dell'album HIStory, nel 1995, la musica di Michael Jackson - impregnata spesso con qualcosa di simile a gioia pura - era viziata da solipsismo [ soggettivismo, egocentrismo esasperato – Garzanti Linguistica ]
Pubblicato due anni dopo che Jackson fu accusato, e poi assolto, di abusi sui minori, l'album è pieno di canzoni amare come "Money" e "DS", che sono alienanti per coloro che non hanno familiarità con i retroscena delle imputazioni ("DS", per esempio, significa Dom Sheldon, una non troppo sottile allusione a Tom Sneddon, il procuratore che ha presentato le accuse).
Mentre il rapporto spesso velenoso con i media scandalistici era stato affrontato prima nelle sue canzoni, soprattutto in "Leave Me Alone" ('Bad') e “Why You Wanna Trip On Me” ('Dangerous') - la maggior parte della rabbia incontrollata di 'HIStory' ha fatto si che queste goffe suppliche sembrino metaforiche fantasie dell'immaginazione.

Tuttavia, l'incredibile primo singolo, "Scream" - pubblicato vent'anni fa, ha offerto un senso di catarsi più empatico e piacevole. Un duetto con la sorella più giovane, Janet Jackson, prodotto da Jimmy Jam e Terry Lewis, "Scream" presenta la coppia 'sputare' frasi offensive contro la stampa quasi a denti stretti, i ritmi industriali e le percussioni strepitose racchiudono un'incredibile performance vocale di Michael, che raggiunge il suo apice nella frase: ". Oh, fratello ti prego, abbi pietà, perché non posso più sopportarlo". Il suo senso di frustrazione a cui dà libero sfogo la rende una delle canzoni più durature di Jackson, la sua aggressività suona provocatoria piuttosto che amara.
Inoltre è diventato uno dei migliori (e presumibilmente più costoso) video di tutti i tempi, il regista Mark Romanek sistema i fratelli nella loro iper moderna e asettica astronave, con un giardino Zen interno, una galleria d'arte con telecomando e un campo da squash futuristico.
Per celebrare il suo anniversario, diamo un'occhiata ad alcune delle storie che circondano la realizzazione di "Scream" e il suo video.

[...]
Michael ha trascorso un giorno intero alla ricerca del suono dell'applauso perfetto
Nel corso della stessa intervista, Jam ricorda fino a quanto lontano poteva arrivare Michael nella ricerca del suono giusto dell'applauso, vale a dire che era un po' un incubo.
"Abbiamo trascorso una giornata solo sul volume degli applausi.Voglio dire, letteralmente," spiega. "Lo alzavamo e lui: 'Va bene, tornerò domani e lo ascolteremo di nuovo.' Siamo tornati il giorno successivo e ha detto .. ' Possiamo alzarlo solo leggermente?' , lo abbiamo fatto. 'Ok, registralo . Tornerò domani e lo riascolteremo '. Voglio dire, è andata letteralmente così.
Mentre i battiti di mani non sono esattamente gli elementi che saltano fuori in mezzo al rumore metallico della cacofonia della canzone, Jimmy Jam ha condiviso un'immagine che mostra chiaramente: “Ultimi battimani di MJ nei cori”. Ultimi in questo contesto sembra voler dire: "Oh Dio, spero che questi siano gli ultimi".
[...]
La canzone è trapelata tredici giorni prima del suo rilascio ufficiale
Anche nel 1995, le più grandi release del pop trovavano la strada per intrufolarsi nel cyberspazio. 13 giorni prima dell'uscita ufficiale di “Scream”, la storia racconta che Michael si sintonizzò su la stazione radio di Los Angeles KKBT-FM e ascoltò l'intero brano. Con la canzone chiusa a chiave nella casa discografica di Jackson, la Epic, e un sacco di dipendenti che non l'avevano nemmeno sentita, si sollevò la questione su come la stazione radio ne era entrata in possesso.
Kswd e la stazione sorella KMEL di San Francisco non avevano fretta di divulgare tali informazioni, decidendo invece di trasmettere la canzone una volta ogni ora fino a quando non gli è stato ordinato di smettere. "La casa discografica era furiosa, sono intervenuti gli avvocati e la situazione si è fatta difficile", ha detto Michelle Santosuosso, il direttore del programma di KMEL, in un'intervista con il New York Times. “Ma quando si tratta di un grande rilascio di Michael Jackson, in nessun modo ci accingiamo ad aspettare se riceviamo una soffiata. E' un'opportunità unica nella vita, perché la sua sicurezza è qualcosa di insolito."Non ha danneggiato le vendite di "Scream" perchè è diventata la prima canzone nella storia a entrare nella Billboard Hot 100 Top 5.

Il video di "Scream" è stato piuttosto costoso (***)
Lo spettacolare video di fantascienza è spesso citato come il video più costoso di tutti i tempi, anche se questa è una dichiarazione che il suo regista Mark Romanek, ha smentito più volte: "Mi è sempre sembrato una distinzione piuttosto dubbia " ha detto in una conversazione su Twitter con Jimmy Jam. 
Secondo quanto riferito è costato più di 4,4 milioni di sterline la rappresentazione in scala e le dimensioni di essa (sette teatri di posa sono stati costruiti), è dovuto principalmente al periodo di tempo in cui Romanek ha dovuto lavorare ."C'era la sensazione che si trattava di un momento storico della cultura pop", racconta Romanek nel DVD 'Work Of The Director'.. "Volevano qualcosa di grandioso e che il video fosse pronto in sette settimane. Ci sono volute due settimane per progettarlo e circa due settimane per girarlo, così ho dovuto farlo alla grande."

Le astronavi non costano poco
Inutile dire che alla casa discografica non erano esattamente al settimo cielo quando hanno visto il bilancio definitivo, che è aumentato ulteriormente nel passare da tre giorni di ripresa a una settimana. "Ero al telefono con il presidente dell'etichetta, che aveva visto il bilancio ed era furioso", ha detto Romanek. "Ha cominciato a urlare contro di me al viva voce: “pensi che io sia il fottuto Bank of America? Sei fuori di testa c****?. Ho risposto: "Michael e Janet vogliono qualcosa di enorme, tu non mi hai dato molto tempo per prepararlo, il brano riporta alla mente immagini di una navicella spaziale e se Michael Jackson ha la sua nave spaziale, sarà qualcosa di veramente impressionante.” 
C'era questo silenzio tombale nel viva voce e poi ho sentito (con una voce morbida): "Sì, è vero", e allora ho capito che Michael era nella stanza, all'altro capo della linea che io non conoscevo. Da quel momento, il discografico si rese conto che era praticamente fregato.. "L'impatto visivo dell'era spaziale di “Scream "si può vedere nei video di TLC "No Scrubs", di Lil Mama in "Shawty Get Loose"e, più recentemente, in "I’m Out" di Ciara. 

How “Scream” became the craziest video of the 90s

**********************************************

(***)
A proposito di questo argomento, ecco un'intervista del regista Mark Romanek
Mark Romanek: "Il Guinness World Records ha fatto un errore riguardo il video 'Scream' di Michael Jackson”
In una lunga intervista a Slash Film, il regista Mark Romanek ha voluto smentire le informazioni pubblicate nel Guinness World Records, dicendo che 'Scream' di Michael Jackson è stato il video musicale più costoso mai realizzato, con un bilancio di quasi 7 milioni dollari. Ha dato alcune spiegazioni sul perché questo cortometraggio aveva un budget di conseguenza.

"Voglio mettere le cose in chiaro, ancora una volta, dicendo che 'Scream' è elencato nel Guinness dei Primati come il video musicale più costoso mai realizzato. E' stato commesso un errore. . L'informazione che riporta non è corretta.
I video fatti da Propaganda Film per i Guns N 'Roses e Michael Jackson sono costati di più rispetto a 'Scream'. "Black Or White" è costato 9 o 10 milioni dollari . E alcune stravaganze dei Guns N 'Roses, con delle navi cisterna, non ricordo nemmeno come si chiamava, è costato qualcosa come 9 o 10 milioni . Mi dà fastidio passare per un maniaco che ha speso 7 milioni di dollari per girare un video.”

Mark Romanek ha spiegato: "Il motivo per cui questo video è costato una somma del genere è che la casa discografica si rivolse a me troppo tardi con una data di rilascio a breve termine dicendo: 'Hai le due grandi pop star del mondo, Janet e Michael, insieme per la prima volta ".
E Michael era pazzesco. Tutto doveva essere grande, il più grande, grandioso, il migliore nella storia. Mi hanno dato qualcosa come cinque settimane tra il momento in cui me l'hanno detto e questa anteprima. La canzone, i suoni di esplosioni all'inizio mi ricordavano il rumore delle navette spaziali al momento dell'accensione... Così ho avuto questa idea, con entrambi i fratelli nella loro navetta spaziale privata...
Abbiamo dovuto costruire questi enormi set e preparare tutti gli effetti speciali. Pensateci: ci vuole un minimo di due settimane per trovare l'idea, scriverla, prepararla e adeguarla al bilancio. Poi ci sono voluti dieci giorni per girare [il video] il che ci ha lasciato due settimane e mezzo per il montaggio e per gli effetti visivi. Due milioni di dollari sono stati spesi in prerequisiti di Michael e Janet, la sicurezza, roulotte... assistenti che hanno assistenti che hanno assistenti. Questi due milioni non sono stati utilizzati per il video. Questa è la storia. Ecco perchè non è il video più costoso mai realizzato. Sembro un po' sulla difensiva su questo argomento perché lo sono. "