domenica 28 giugno 2015

(3° Parte) MJ:Solidarietà,Generosità,Amorevolezza


Curtis Mickey Gordon - Guardia di sicurezza di Neverland
A Natale e in alcune settimane estive, Michael riservava Neverland per amici e parenti e non programmava molti altri eventi in quelle date. Michael amava il Natale e insieme alle tante decorazioni faceva sistemare un grande albero, così alto che raggiungeva il soffitto della stanza in cui veniva collocato. Intorno all'albero c'erano tanti regali, come potete immaginare, perché amava donare.
Inoltre ha fatto molto per la comunità di Santa Inez Valley, non solo finanziariamente ma anche invitando le scuole locali al suo ranch e visitare lo zoo per i loro corsi di biologia o attività extra scolastiche.
A volte faceva portare alcuni animali dello zoo in una scuola nelle vicinanze per qualche progetto di biologia.
Altre volte, invece, Michael si avventurava con il suo quad fino alla scuola più vicina per invitarli personalmente al suo ranch. Ai miei colleghi e a me non piaceva molto l'idea che andasse da solo e abbiamo sempre insistito che almeno uno di noi lo accompagnasse.

Teddy Lakis . Coordinatore dei fan di MJ
Michael aveva sempre a cuore gli altri. Durante l'HIStory Tour ha anche voluto visitare molti orfanotrofi e ospedali. Quindi abbiamo concordato con i promotori locali per selezionare una struttura che avrebbe potuto visitare ad ogni sosta.
Ho chiamato anche i negozi di giocattoli in ogni città e ho chiesto loro se potevano donare 5.000 dollari in giocattoli in un ospedale o un orfanotrofio. Di solito erano titubanti. Ma appena dicevo che Michael Jackson avrebbe distribuito i loro giocattoli e ricevuto un suo saluto così come i biglietti vip per i concerti, accettavano immediatamente.
Tutte le visite erano molto emotive. Le organizzavamo nei giorni in cui Michael non si sarebbe esibito la notte, perché doveva essere riposato e in forma per lo show.
Dopo queste visite, comprensibilmente, si sentiva triste.
Lo accompagnavo spesso e finivamo per piangere dopo aver trascorso una giornata in un ospedale o in orfanotrofio. 
Michael diceva cose come " Hai visto quel bambino così carino. Il medico ha detto che vivrà solo una settimana o giù di lì" .  Oppure " Hai visto che bella bambina ? Non riesco a credere che sta per morire. "
Gli piaceva anche che i bambini gli facessero compagnia quando era in albergo. Una volta eravamo a Sydney, una folla di bambini giocano nel corridoio e Michael mi ha chiesto di farli salire in camera sua e così Wayne Nagin, la sua guardia del corpo, ed li abbiamo fatti salire.
Michael ha ordinato dei gelati e si sono divertiti molto. Poi hanno iniziato a fare rumore e a curiosare negli armadi di Michael. Hanno indossato i suoi vestiti per divertimento e, naturalmente , erano affascinati dai scintillanti costumi di scena.
E che cosa ha fatto Michael??
Ha detto loro che potevano tenersi quello che più gli piaceva. Li ha dati via!. Era un comportamento tipico: gli donava con tutto il cuore e se si rendeva conto che a qualcuno piaceva qualcosa che aveva lo regalava senza alcun problema.
Tuttavia, in quella occasione, mentre i bambini stavano andando via , ho dovuto fare il guastafeste... li ho seguiti fino all'ascensore e chiesto di riconsegnarmi tutti gli abiti perché c'erano anche degli abiti di scena tra di loro. Se non lo avessi fatto, Michael Bush, il suo costumista, avrebbe 'concluso' un buon affare quel giorno!

Michael La Perruque - Guardia del corpo
Ricordo un'altra storia che la maggior parte delle persone non crederebbe di Michael.
Mi hanno raccontato che un giorno era con il suo autista quando vide un uomo in piedi sul lato della strada con una gomma a terra. Michael chiese al suo autista di fermarsi per aiutarlo.
Quando tornarono a casa gli chiese di mostrargli come cambiare una gomma per farlo lui la prossima volta. 
E l'autista gli ha insegnato a sollevare l'auto, togliere i dadi e tutto il resto.
Qualche tempo dopo è capitato di trovare un'altra persona sul lato della strada con lo stesso problema. Questa volta, Michael ha chiesto al conducente di fermarsi di nuovo, ma che voleva aiutarlo lui stesso. L'autista ha detto qualcosa come: "... Michael, non credo sia una buona idea ...", ma Michael ha insistito: "No, voglio aiutarlo …", si fermarono e Michael aiutò lo sbigottito signore a cambiare la ruota!.

Howard Bloom
" Michael Jackson è la persona più sorprendente che io abbia mai incontrato sulla faccia di questo pianeta. Non mi sarei mai aspettato di incontrare qualcuno come lui, non ho mai pensato che ci fosse nessuno come lui ... Lui viveva per donare. "

Dieter Wiesner. Manager
" A Michael non lo divertivano le cose materiali, ma vedere volti sorridenti ..di bambini in particolare . Mi ricordo una volta che eravamo a Las Vegas e Michael, spontaneamente, chiese a un gruppo di bambini di avvicinarsi a lui . Non avevo idea dei suoi piani quando è andato dritto in un negozio di caramelle con tutti loro . 
Una volta dentro , Michael ha gridato , "E' tempo di caramelle!” E, naturalmente, tutti i bambini si buttarono a capofitto per prendersi il maggior numero di dolcetti e cominciarono a mangiare. Il proprietario e io eravamo attoniti ma a Michael è piaciuto molto e non riusciva a smettere di ridere. Era felice solo nel vedere i ragazzi che si divertivano.
Durante il tentativo di raggiungere una soluzione con il proprietario del negozio circa la fattura, Michael voleva andare via, ma ho urlato , "Aspetta ! " E Michael stava ancora ridendo.
Alla fine sono arrivato a un accordo con il proprietario per coprire il costo di quello che i bambini avevano consumato.
Sulla strada di casa, Michael stava ancora ridendo. Amava quei momenti. Più importante dell'acquisto di grandi auto o di case , le piccole cose che portano gioia e la gentilezza nel mondo , era quello che gli piaceva di più.."

1989: Mabel King, che, nel 1978 aveva lavorato con Michael Jackson in The Wiz, fu colpita da ictus e con l’aiuto di Michael fu inserita nel programma “Motion Picture and Television Found Home” a Woodland Hills in California.
Nel 1990,si ammalò di diabete e a causa della malattia le furono amputate entrambe le gambe e un braccio. Morì nel 1999 a causa di un secondo ictus.
Per oltre 20 anni un fedele e discreto Michael si è preso cura di lei.
Solo nel 1999, Ruben Malaret che era stato l’agente pubblicitario di Mabel rilasciò questa dichiarazione alla stampa: “Quando seppe della malattia di Mabel, Michael Jackson si attivò immediatamente per poterla aiutare. Mabel gli era molto affezionata . Michael l’ha sostenuta moralmente e finanziariamente fino al momento della sua morte. E per questo gli sarò eternamente grato”.

Visualizza
LINK MJGW FORUM - FONTI ORIGINALI - CREDITS