lunedì 7 dicembre 2015

Michael 1986: Servizio Fotografico di Kenny Rogers

Nel 1987 il cantante country Kenny Rogers ha pubblicato un libro di fotografie che conteneva alcuni dei suoi amici famosi, dal titolo "Vostri e miei amici". Rogers racconta la storia di come gli è venuta l'idea per creare questo libro. In una delle foto Michael, vestito casual in jeans consumati ed una semplice camicia, posa con Bubbles in braccio.
Qui di seguito il brano introduttivo del libro che spiega come Rogers ha incontrato Michael e la bella impressione che la stella gli ha fatto e che avrebbe chiamato "amico".
"La prima persona che ho fotografato per il libro era Michael Jackson. Nel 1986, ho presentato la trasmissione televisiva "Grammy Awards" a Los Angeles. Quella notte, mio figlio Christopher ha incontrato Michael nel backstage. Christopher aveva sempre amato Michael. Avrebbe anche voluto vestirsi come lui a casa [...] Cosa è accaduto: Marianna (la moglie di Rogers) mi aveva mandato dei fiori con un piccolo grammy di plastica allegato.
All'insaputa di me o di chiunque altro, Christopher ha preso il grammy di plastica, entrò durante la conferenza stampa di Michael Jackson e glielo porse.
Il giorno dopo Michael mi ha telefonato per dirmi quanto aveva apprezzato il gesto di Christopher e ci invitò a casa sua per vedere i suoi animali, insieme a Marianna ad Encino.

Michael sapeva che ero un fotografo, lo ricordava, e mi disse che gli sarebbe piaciuto se avessi scattato una foto con lui e Christopher insieme. Ho chiamato Michael il giorno successivo per fissare un appuntamento e lui accettò di venire nel mio studio. Dissi a Michael durante la nostra prima riunione che stavo pensando di fare un libro fotografico e di chiamarlo "Your friends and Mine".
Avevo sentito parlare del suo scimpanzè Bubbles così abbiamo anche fatto una foto con lo scimpanzè.
Più tardi, Michael fece un'altra sessione da solo, su sua richiesta.
Questo è stato l'inizio. Michael Jackson ha accettato di far parte del libro ed è stato infatti il punto di partenza per realizzare poi l'intero progetto.

Michael Jackson è unico, sia come uomo che come performer. Eppure, ero stato accanto a lui molte volte ma non lo avevo mai veramente conosciuto, fino a quando non abbiamo trascorso una giornata insieme in uno studio fotografico. Come ho spiegato in precedenza, Michael aveva invitato Christopher, mio figlio più piccolo, a casa sua per vedere lo zoo. Hanno vissuto dei bei momenti, tanto che Michael che aveva sentito che ero un fotografo, mi suggerì di scattare una foto insieme a Christopher nel mio studio. Gli ho detto delle mie idee per questo libro e chiesi a lui di portare il suo scimpanzè Bubbles. C'erano forse 25 persone in studio quel giorno e Bubbles era al centro dell'attezione. Ciò significava che l'imbarazzo fu subito spento ed il relativo anonimato di Michael gli permise di rilassarsi. E Bubbles era così umano che facevo quasi spavento tanto da portare Christopher per mano, camminando verso il frigorifero, aprirlo ed estrarre una banana per consegnarla a lui. Christopher era stupito - lo eravamo tutti.

La sessione è stata la prima volta che ho avuto l'opportunità di essere di fronte ad un uomo come Michael. Significa molto per me perchè posso dire che non mi piace solo la sua musica, ma mi piace anche come persona e lo considero un amico".

Mi chiedo se alcune delle altre foto di Kenny Rogers, scattate quel giorno, saranno mai disponibili da qualche parte, perchè non sono riuscito a trovarne da nessuna parte.
Sembra che la foto con Bubble sia stata l'unica inserita nel suo libro. 

Ho individuato alcune altre della stessa era, ma sono state scattate da Matthew Rolston.


ORIGINAL SOURCE