martedì 5 gennaio 2016

(11° Parte) MJ: Aneddoti-Fatti Divertenti-Curiosità...

"CIN CIN MICHAEL"
Quando il Bad Tour fece tappa in Giappone nel settembre del 1987, Michael fu invitato a cena a casa del famoso compositore Isao Tomita dove gli venne offerta una tazza di Sake.

L'interprete aveva detto a Michael, prima del pasto, che la tradizione giapponese afferma che si dovrebbe continuare a mangiare e bere fino a quando non rimane più nulla nel piatto o nel bicchiere. A Michael fu anche detto che il sake era fatto al 100% di riso ed era molto puro,così ne volle provare qualche goccia.
La coppa era piccola così ben presto la svuotò e il compositore gliene versò un altro po'. Michael, non volendo ignorare la tradizione e per non offendere il padrone di casa, bevve anche questo secondo bicchiere....e il compositore glielo riempì di nuovo ...questo continuò ancora e ancora e ancora fino a quando Michael si rese conto che non poteva più bere .
Così escogitò un piano: prendeva la tazzina e, da sotto il tavolo, la passava al suo interprete che la beveva e poi gliela ripassava per rimetterla nella posizione originale. Quella sera l'interprete ha dovuto bere ancora , ancora e ancora per il suo capo!!
FONTE: UK LOVES MJ
traduzione: Emanuela Arezzi

Uri Geller
L'agglomerazione all'interno del grande negozio di dischi in Oxford Street era spaventoso. Volevo tornare indietro, ma le guardie del corpo che erano dietro di me avevano creato un cordone di sicurezza. Siamo dovuti andare avanti attraverso la folla che gridava e cantava "Michael Michael Michael". Le persone ridevano e piangevano allo stesso tempo.
Un giovane dava spintoni in mezzo alla folla, aveva un telefono cellulare incollato all'orecchio. Gridava: "Mamma, tu non ci crederai, Michael Jackson si trova proprio di fronte a me, come vorrei che lo vedessi anche tu”.
Michael gli si avvicinò gentilmente, gli prese il telefono e sussurrò: "Ciao, chi è? Sì, davvero, sono proprio io". Smisero di cantare, mentre tutto il negozio si sforzava per sentire la conversione che stava avendo Michael.
L'ho sentito dire " Io ti amo di più", poi ha ridato il telefono al ragazzo ed è ricominciato il frastuono...
pubblicato in "This is London"

Wayne Gallery - guardia del corpo
Ho lavorato per Michael nel 2002-2003 e una delle ragioni per cui sono stato assunto era perché ero bravo con i bambini, essendo padre anch'io.
Michael amava i suoi figli più di ogni altra cosa e voleva che avessero una vita normale entro i limiti possibili viste le circostanze uniche che la famiglia affrontava.
Un'occasione che non dimenticherò mai è stato il giorno di Halloween del 2003, quando mi chiese se potevamo andare a fare " dolcetto o scherzetto " insieme ai bambini . Eravamo a Las Vegas in quel momento e decise di andare a bussare alle porte per chiedere caramelle nella parte nord, una delle zone più pericolose della città.
Tutti sanno che non si dovrebbe essere in quella zona dopo il tramonto senza sicurezza, e anche durante il giorno è ancora pericoloso, a volte.
Ma Michael aveva deciso così e ci andammo. I suoi figli erano vestiti da Spiderman e da Principessa, e Michael scelse di vestirsi come Michael Jackson, indossando camicia e pantaloni neri.
Non avrei mai detto che avrebbe potuto farla franca, ma lo ha fatto. Le persone che gli davano i dolcetti ammiravano il suo straordinario “costume di Michael Jackson " . Lui e i suoi figli hanno riso tanto e si sono divertiti tantissimo.
Fonte: Una Vida por AMOR. (Extractos del libro A Life For LOVE.
@Brigitte Bloemen. Marina Dobler. Miriam Lohr) – Foros Michael Jackson's HideOut

AGGIORNAMENTO - MJGW FORUM