giovedì 10 novembre 2016

Michael Jackson vs Divino Femminile di Barbara Kaufmann

[...]
Quando si guarda al lavoro di Michael Jackson, si possono trovare molti riferimenti al Divino Femminile. Nell'epoca "Bad" egli esamina e analizza l'aggressività maschile e il suo effetto. Mette al microscopio la lotta per la causa, la postura e il machismo. "The whole world has to answer right now just to tell you once again… who’s bad.-Il mondo intero deve rispondere adesso per dirti ancora una volta ... chi è cattivo." Si tratta di un riferimento archetipo in parallelo a tutto il mondo tenuto come ostaggio del mascolino.

In "Beat It" si mette in risalto per opporsi ai membri della banda come il "funky" nella lotta contro l'aggressione a causa delle "differenze" e il conflitto che li conduce verso una pericolosa strada senza uscita.. Chiede loro di conciliare se stessi, a camminare, a lasciare perché ""no one wants to be defeated - nessuno vuole essere sconfitto." Se non si lotta, non c'è sconfitta.

In "Black or White" Michael dice che non importa. Non c'è bisogno di essere questo o quello, uno o l'altro. Identificarsi con qualsiasi tipo di mentalità o al razzismo, che è un principio maschile di esclusione, non funziona se vuoi essere "Be My Baby-la mia ragazza" o "my brother-mio fratello".
Michael dice: "I'm not going to spend my life being a color-non ho intenzione di passare la mia vita ad essere un colore".
Il concetto di unità, l'uguaglianza, l'indifferenza razziale, l'inclusione, la famiglia, la fraternità, i figli adottivi, il ricordo e il rispetto per la vita è il principio femminile in azione ed è presente in tutto il lavoro di Michael.

Nel video "Remember the time", Michael non solo guarda a un momento in cui le donne avevano più potere – l'antico Egitto; ha scelto la cultura più antica e duratura sulla Terra per l'impostazione di questo film. L'Egitto è ricco di miti spirituali, mistero e misticismo - tutti i principi femminili.
Si dice: "L'uomo teme il tempo, ma il tempo teme le piramidi". Michael esprime e incarna completamente il Femminile Divino nel suo guardaroba, l'aspetto e la danza.
Il volatile sulla testa del faraone, che ha suscitato un momento di ilarità e la preoccupazione di Eddie Murphy, è il simbolo della Madre Maat, la Dea Madre del Divino Femminile in Egitto.

Michael non aveva timore di essere mascolino e femminile nel suoi testi, voce, danza e video. Si è fortemente identificato con il buio e la luna, i due principi femminili divini.
Michael Jackson, attraverso il suo corpo di lavoro stava facendo la sua parte per riportare di nuovo le energie maschili e femminili in un mondo che aveva perso l'equilibrio. Michael era un grande maestro, un insegnante di suggestione subliminale e non .. Ha insegnato il Divino Femminile, plasmandolo nel suo lavoro, la sua voce e in se stesso. Michael non ha avuto paura di piangere o esprimere emozioni.

Ha promosso la non violenza, la via di Gandhi, Martin Luther King e di altri grandi leader. Il messaggio è - va bene essere un uomo sensibile, va bene sentire, va bene piangere.
Molti uomini non capivano come le donne trovassero attrattivo e seducente Michael.
Minacciati dal fascino che Michael suscitava nelle donne con la sua imperturbabile sensualità / sensibilità, dicevano che doveva essere gay! Michael non era gay e ha mantenuto privata la sua sessualità e vita intima, come dovrebbe essere.

Ho il sospetto che la ragione per cui molte donne in tutto il mondo sono state così attratte da Michael è perché ha espresso il suo lato femminile attraverso la sua sensibilità e il lavoro e il lato sensuale maschile con abiti in pelle, fibbie e passi di danza.
Michael ha rappresentato magistralmente entrambi allo stesso tempo: l'incarnazione del Maschile Divino e del Femminile Divino - il guerriero spirituale esperto in azione.

ORIGINAL LINK: INNER MICHAEL
TRADUZIONE: MICHAEL JACKSON's GOLD WORLD